Nuovo appuntamento con l’associazione  Scarlatti. Martedì 18 e mercoledì 19 aprile alle ore 21 al teatro di corte di Palazzo Reale si conclude con due concerti l’esecuzione integrale dei ventitré quartetti per archi di Wolfgang Amadeus Mozart  a opera del Quartetto di Cremona. I concerti  sono stati posticipati in cartellone a causa di un problema di salute di uno dei componenti del Quartetto di Cremona.
La quarta tappa completa  la realizzazione dei Quartetti dedicati da Mozart a Haydn. A 27 anni Mozart decide di dedicare sei quartetti per archi al compositore austriaco,  non un destinatario qualsiasi dal momento che Haydn aveva se non inventato, quantomeno reinventato questo genere musicale, che da musica d’occasione e d’intrattenimento leggero diventa   forma  di elevatissimo grado di perfezione di scrittura. E Haydn, dopo l’esecuzione di alcuni Quartetti di Mozart a Vienna  aveva pronunciato parole di elogio per il suo amico, definito come una persona «che ha gusto e possiede la più profonda scienza di comporre».
Il quinto e ultimo concerto è dedicato agli ultimi quartetti composti da Mozart, detti “quartetti prussiani” . Furono, infatti, composti  su commissione dal re  di Prussia Federico Gugliemo II che  gline avea chiesti sei ma il musicista salisbufghese ne portò a compimento soltanto tre, caratterizzati dal ruolo importante attribuito al violoncello.
Il quartetto, formatosi nel 2000 all’Accademia Stauffer di Cremona, è  presente nei principali festival e rassegne in Europa, Sudamerica, Australia e Stati Uniti.
Per gli abbonati della associazione Alessandro Scarlatti, a presentazione della tessera di abbonamento per la stagione 2016/2017 l’ingresso alle due serate è gratuito.

Biglietto intero: 15 euro; ridotto giovani 10 euro ( under 30) ; last minute 3 euro (under 25) , in vendita un’ora prima del concerto

Per saperne di più:
www.associazionescarlatti.it

info@associazionescarlatti.it
In foto, il Quartetto di Cremona