Musica e arte contemporanea. Il San Carlo arriva al Madre di via Settembrini, 79 (in foto). Per un doppio concerto eseguito dall’orchestra e dal coro del Massimo napoletano nel primo cortile. Appuntamento il 26 settembre alle 20.30.
Il programma della serata prevede l’esecuzione di due brani composti da due fra i più importanti autori della ricerca musicale contemporanea Sieben Worte di Sofia Gubajdulina (Čistopoľ, Russia, 1931) e Adam’s Lament di Arvo Prt (Paide, Estonia, 1935). Dove profonda l’ ispirazione spirituale, in grado di risuonare nell’ascolto intimo di ogni singolo spettatore. L’evento è curato da Maurizio Squillante che spiega la scelta «Corre un filo conduttore unificante nell’arte di Arvo Prt e Sofia Gubajdulina, un’idea che ne accomuna, nella diversit , la ricerca compositiva, la tensione espressiva, ne alimenta il linguaggio musicale, questo filo è rappresentato dal loro personale rapporto con l’Essere trascendente».
San Carlo e Museo Madre, una collaborazione che rientra nella rete delle sinergie create dalle due strutture sul territorio (anche con il Ravello festival), per creare un dialogo tra universi creativi differenti, uniti, tuttavia, dalle emozioni.
Il concerto è gratuito fino a esaurimento posti. Si entra pagando il solo biglietto di ingresso al Madre.

TEATRO SAN CARLO AL MADRE
SOFIA GUBAJDULINA – Sieben Worte (Sette ultime parole)
per violoncello, bayan e archi

ARVO PRT – Adam’s Lament (Lamento di Adamo), per coro e archi

Direttore M MAURIZIO AGOSTINI
Maestro del Coro SALVATORE CAPUTO
ORCHESTRA E CORO DEL TEATRO DI SAN CARLO
Violoncello LUCA SIGNORINI
Bayan IVANO BATTISTON

Per saperne di più
www.madrenapoli.it/‎