Napoli, Museo e Real Bosco di Capodimonte in un contesto mondiale. E’ il tema del convegno internazionale organizzato con The Edith O’Donnell Institute of Art History the University of Texas at Dallas in collaborazione con l’Università Sorbonne di Parigi, l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale e l’associazione Amici di Capodimonte onlus
Museo e Real Bosco di Capodimonte. Dal 12 al 14 ottobre. Si comincia giovedì, dalle 9 alle 12 (al cellaio).
Napoli è uno dei centri culturali più antichi del mondo e uno dei porti più grandi e importanti d’Europa. Affacciata sul Mediterraneo, la città è un nodo di interscambio culturale e commerciale, che si estende ben oltre questo confine. La storia della civiltà napoletana è una storia di incontri e scambi, di contaminazioni e convergenze inattese. In particolare, la storia dell’arte napoletana è un racconto dinamico fatto di persone, di opere, di tecniche e materiali, di tradizioni e di idee.
Così la città  lancia la sfida a immaginare una nuova storia dell’arte che attraversi i
confini geografici, cronologici e culturali. In questa direzione , il Museo e Real Bosco di Capodimonte e l’Istituto di Storia dell’Arte Edith O’Donnell dell’Università del Texas e Dallas stanno lavorando alla costituzione del Centro di Ricerca per la Storia dell’arte delle città portuali, dedicato allo studio delle opere d’arte, dei siti monumentali e del patrimonio
naturalistico napoletano indagato attraverso pratiche storiografiche innovative e multidisciplinari.
Spiega il direttore di Capodimonte, Sylvain Bellenger: «Napoli è una grande città portuale e come tale ha una cultura e un’identità particolare. Le città portuali sono le
prime rotte al mondo e anticipano la contemporaneità dell’attuale mondo globalizzato. Queste città non sono dei centri e non obbediscono alla storia dell’arte tradizionale del centro e della periferia, ma sono dei luoghi di passaggio, dei nodi dove gli artisti portano e ricevono una trasformazione. Questa è la definizione più accurata di Napoli e questo è il
tema del nostro convegno e della nostra collaborazione con il prestigioso Istituto Edith O’Donnell di Storia dell’Arte dell’Università del Texas e Dallas».
Nella foto di Alessio Cuccaro, una panoramica del Museo di Capodimonte (esterno)

Per saperne di più
Segreteria Amici di Capodimonte
+39 081 7499147
+39 334 8353769
info@amicidicapodimonte.org