Quella lezione continua nel tempo cos parlò Eduardo De Filippo apriva il suo intervento al Senato della Repubblica, il 23 marzo del 1982. «Si tratta di migliaia di giovani e del loro futuro ed è essenziale che un’assemblea come il Senato prenda a cuore la riparazione delle carenze dannose, posso dire catastrofiche, che da secoli coinvolgono quasi l’intero territorio dal sud al nord dell’Italia». Dopo qualche anno, il 21 novembre 1987, la Regione Campania promulgò una legge, la 41/87, che doveva favorire gli “Interventi a sostegno della condizione giovanile in Campania”, e che di li a poco si chiamò “legge Eduardo” proprio dal nome del grande drammaturgo che ne aveva ispirato e sollecitato la compilazione.
A 30 anni di distanza il figlio Luca De Filippo, per conto della Fondazione Eduardo De Filippo in collaborazione con il ministero della giustizia – dipartimento giustizia minorile e di comunit  e con il sostegno di BPER – Banca Popolare dell’Emilia Romagna, promuove venerd 30 (dalle 9.15) e sabato 31 ottobre 2015, al Maschio Angioino di Napoli il convegno sul tema “30 anni persi? La prevenzione della devianza giovanile in Campania a 30 anni dalla Legge Eduardo risultati e prospettive”.
«Questa iniziativa sottolinea Luca De Filippo fa fede a un impegno assunto lo scorso anno dopo la conclusione delle celebrazioni del trentennale della scomparsa di Eduardo. E’ dedicato a un tema a me molto caro. Eduardo nei suoi ultimi anni di vita, da Senatore, si dedicò con tenacia, umana e civile, in azioni atte a proteggere quei giovani le cui condizioni di svantaggio potessero preludere alla devianza. Questa tematica, che riprendiamo, rappresenta il nucleo centrale dell’attivit  che intende svolgere la Fondazione che porta il suo nome. Il convegno di Napoli è il primo passo concreto per riproporre l’argomento, oggi quanto mai attuale. L’incontro deve far capire come è evoluto il problema e come affrontarlo, per aiutare i ragazzi a uscire dalle sabbie mobili in cui sono risucchiati. Le cose da fare ci sono. Istituire Borse di Studio e Borse Lavoro per gli adolescenti a rischio, ma anche aprire con queste finalit  strutture pubbliche, come ad esempio l’ex istituto Filangieri, con un progetto finanziato da fondi europei. Il sogno di Eduardo potrebbe prendere corpo proprio l , in questo luogo».
Al dibattito, coordinato dal direttore del quotidiano Il Mattino, Alessandro Barbano, intervengono Luigi de Magistris, Vincenzo Spadafora, Francesco Cascini, Vincenzo De Luca e il cardinale Crescenzio Sepe.

Nella foto dell’Ansa, Eduardo all’Istituto Filangieri nel 1981