Torna a Napoli. Dopo essere stata tra le protagoniste della LV edizione della Biennale di Venezia, Francesca Leone sar  sabato 14 dicembre alle 18 al PAN | Palazzo delle Arti di Napoli, con la mostra personale dal titolo CorpoTerra, a cura di Marco Tonelli, con il coordinamento tecnico – scientifico di Maria Savarese, promossa dall’Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli.
Rieccola in citt , dopo l’esposizione a Castel dell’Ovo nel 2009, el’artista che presenta 30 opere, parte delle quali inedite, attraverso cui ricostruisce l’evoluzione del suo percorso artistico.
Il progetto espositivo è articolato in tre cicli di lavori il primo rappresentato da Primo Piano, del 2008, una serie di ritratti di uomini che appartengono alla memoria collettiva e che con il loro operato hanno segnato la storia Lev Tolstoj, Nelson Mandela, cui va ad aggiungersi un omaggio a suo padre, il grande regista Sergio Leone.
Il secondo ciclo è costituito da Flussi Immobili, del 2010, volti ritratti sotto un flusso d’acqua violento e liberatorio, che, come scrive il curatore Tonelli in catalogo, “sono attimi bloccati che respirano con forza, desiderano, amano, hanno la paura negli occhi mentre una bocca si apre, non per urlare, non per prendere fiato, non per gemere, ma per fermare il tempo, per fermare l’attimo, per affondare nell’esistenza”, e che come precisa Ennio Morricone sono “volti giganteschi che stentano a restare entro i confini della tela si impongono e catturano prepotentemente l’attenzione”.
Il terzo e ultimo gruppo, infine, è costituito dalle opere più recenti CorpoTerra,in cui l’artista parte dall’immagine fotografica dei paesaggi esplorati durante i suoi frequenti viaggi, ed approda alla costituzione di lavori polimaterici, raffiguranti corpi. Dal profilo di una montagna, dal getto di una cascata, dall’eruzione di un vulcano, Francesca Leone intravede le forme a cui d  corpo e volto ed in cui la sua attenzione si sposta dalla pittura a cui ci aveva abituati, alla ricerca di una sovrapposizione e commistione di materiali diversi, quali cellophane, sabbia, bitume, carta e segatura, utilizzati per dare forma alle proprie emozioni, facendo in modo che la “terra” ed il “corpo”, quindi, diventino il file-rouge che attraversa l’intero percorso espositivo.

Durante la prima settimana di febbraio 2014
sar  presentato al PAN | Palazzo delle Arti di Napoli il catalogo dell’esposizione pubblicato dalla Casa Editrice “Il Cigno”.

Vernissage 14 dicembre 2013 dalle 18.00 alle 20.30
Date 15 dicembre 9 febbraio 2014
Ingresso gratuito
Catalogo Edizioni “Il Cigno”

PAN | Palazzo delle Arti Napoli 0817958604 – 5 – 3 fax 0817958660
Tutti i giorni dalle ore 9.30 alle ore 19.30, la domenica dalle ore 9.30 alle 14.30. Il marted sono chiuse le sale espositive del I e del II piano

Nella foto in alto e nella prima da sinistra in basso, due opere del ciclo flussi immobili. Le altre due fanno parte della serire CorpoTerra