Ancora un tuffo nella storia. Proposto da Il Demiurgo. Mercoledì 4  e giovedì 5 gennaio (con quattro repliche al giorno ore 17 – 18.30 – 20 e 21.30)  si inaugura la rassegna “Carte da legare”, ovvero  narrazioni teatrali nei siti culturali.
Primo luogo scelto dalla compagnia teatrale nel 2017, il Museo dell’Archivio Storico del Banco di Napoli in via Tribunali, a  palazzo Ricca e nell’attiguo palazzo Cuomo: il Cartastorie, 14mila metri quadri, 330 stanze e 17milioni di nomi nei documenti che raccontano la storia di Napoli dal 1539, attraverso le storie di personaggi  illustri (da Caravaggio al principe di Sansevero, da San Gennaro a Giuseppe Verdi).
«All’interno di una scenografia fatta interamente di carta, di volumi trasudano storia e rievocano un passato fatto di numeri, cifre, storie e vite che s’intrecciano insieme e superano i secoli – anticipa il regista Francescoantonio Nappi – verrà raccontata una storia che ne  unisce quattro storie nate dai libri, scenario dello spettacolo. In quei libri, che sono cifre e carta, inchiostro e polvere, si celano storie e vite che si rianimeranno: Isabella Croys, con tutte le tinte che le colorarono la sua vita, Filippo di Borbone, che poteva diventare re, un tenente austriaco, un criminale comune. Vite, storie, emozioni e passioni imprigionate nella carta, ma pronte a liberarsi e a essere raccontate e noi lo faremo in un suggestivo intreccio di finzione e realtà con il filo conduttore della follia».
La rappresentazione nasce da un progetto di collaborazione tra “Il Demiurgo” e Il Cartastorie”
(biglietto e visita costano 15 euro) e ha preso forma grazie ai racconti di Andrea Zappulli, che da anni narra sorie ispirate ai dati e alle cifre conservate nel Museo e ha ispirato la sceneggiatura e la regia di Andrea Cioffi e Nappi.

 

 

 

Per saperne di più e prenotare:

 

Tel. 331-3169215 – 366-2080108

info@ildemiurgo.com
www.ildemiurgo.it

www.facebook.com/ildemiurgo1

Twitter: @ILDEMIURGO1