"Colonia prima, durante e dopo
i corpi delle donne territori di guerra senza confini".
Martedi 8 marzo dalle 9.30 alle 18, nella sala conferenze della scuola di medicina e chirurgia (Sun – Via Costantinopoli 104, Napoli) avr  luogo una giornata di studio promossa dalla scuola mediterranea per la diversity management (Mdm School) e dalla associazione delle donne dell’Europa meridionale (Afem) con il patrocinio del Comune di Napoli e della consigliera di parit  della Citt  metropolitana di Napoli e in collaborazione con le Universit  napoletane.

L’iniziativa nasce dal bisogno di confrontarsi su quanto è avvenuto nella citt  tedesca durante la notte di san Silvestro, di interpretare l’evento per la molteplicit  delle implicazioni, connesse a fenomeni diversi come migrazioni, terrorismo, cyber crimen, disuguaglianze economiche, differenze culturali e religiose, disparit  tra i generi, violenza.
Studiosi, esperti e cittadine e cittadini sono stati invitati a condividere chiavi di lettura utili sia per ripensare e riorganizzare le forme di intervento e le politiche e sia per restituire alla vita civica una possibilit  di uscita dalla paura con il recupero di un senso di comunit .

Interverranno, tra gli altri Chiara Saraceno – honorary fellow collegio Carlo Alberto di Torino, gi  research professor presso Wissenschaftszentrum für Sozialforschung di Berlino; Enrica Amaturo direttora dipartimento scienze sociali – Universit  di Napoli Federico II; Teresa Boccia urbanista, direttora di Urbanima- Lupt – Universit  di Napoli Federico II, Presidente Afem; Membro Aggi-Onu- Habitat; Sebastiano Maffettone – giurista – direttore dipartimento scienze politiche Universit  Luiss Guido Carli di Roma e consigliere della presidenza della Regione Campania per le organizzazioni culturali; Simona Marino filosofa morale – dipartimento studi umanistici – Universit  di Napoli Federico II e consigliera delegata alle Pari Opportunit  del Comune di Napoli; Isabella Bonfiglio – consigliera di parit  di Napoli Citt  Metropolitana; Anna Maria Crispino Giornalista direttora “Leggendaria”.
All’incontro sono stati invitati studentesse e studenti, istituzioni, associazioni, comunit  etniche e religiose, media, operatori economici e sociali.

Cittadini in piazza a Colonia contro la violenza alle donne, dopo la triste cronaca di Capodanno