Napoletana d’adozione,  Barbara Karwowska nella sua città acquisita si muove disinvolta, a proprio agio, incuriosita da nuove esperienze. Affascinata da questa civiltà millenaria, si muove alla scoperta di nuove avventure da organizzare nei luoghi di seduzione. Come via Tribunali, dove l’artista propone il secondo atto dei suoi tombolati. Alla pasticceria Mazz. Lunedì, 25 settembre, alle 17.30.
Dopo aver raffigurato con uno dei numeri della tombola la giornalista Emilia Sensale, esponendone il ritratto in un affollato evento estivo,  in un affollato evento estivo, ecco ecco il secondo, proprio del pasticciere Guglielmo Mazzaro, proprietario del locale che opsita la mostra. 
Barbara dipinge Mazzaro  col numero 75, Pulcinella.
 E anche questa volta ci saranno dolci  ad affiancare la passione artistica della protagonista. Mazzaro  terrà a battesimo il nuovo  cheesecake tombolata, dalla forma del numeretto della tombola. Mentre l’artista già lavora al terzo ritratto da  presentare in un nuovo incontro.
Karwowska fa parte della schiere di persone che dal mondo  sono sbarcate a Napoli e se ne sono perdutamente innamorate. Catapultata qui da Danzica in Polonia per colpa o per merito della sua migliore amica, anche lei artista, che voleva visitare la città e altre ragazze polacche  che vi si erano trasferite. E arrivata per ripartire, non se n’è più andata.

Qui sopra il ritratto dedicato a Mazzaro. In alto, Barbara, a destra con Emilia Sensale e il pasticciere
Qui sopra, il ritratto dedicato a Mazzaro. In alto, Barbara, a destra con Emilia Sensale e il pasticciere