Qui sopra, Viviani, Foto Archivio Plaitano. In alto, le Terme, scatto di Ammedola
Qui sopra, Viviani, Foto archivio Plaitano. In alto, le Terme, scatto di Ammendola

Quattro mostre per la prima edizione  del Festival  dedicato  allla creatività teatrale e drammaturgica di Raffaele Viviani nelle antiche terme di Castellammare di Stabia. Giovedì 25 maggio alle 18.
La prima si intitolaDal teatro al comics” prima fase di un progetto realizzato con la Scuola Italiana di Comics che trasporterà l’universo de L’ultimo scugnizzo e quello di Scalo marittimo di Viviani nei territori fantastici del disegno a fumetti.
E ancoraI volti del genio” con dieci foto dell’attore Raffaele Viviani scelte da Giuliano Longone Viviani.
“Oggi Viviani”, prodotta dal cantiere / laboratorio a cura della Cattedra di Fotografia di Aniello Barone dell’Accademia  di Belle arti di Napoli,  propone gli esiti di un percorso di ricerca di un gruppo di allievi chiamati a riflettere e documentare la persistenza di memorie antiche, nei luoghi, nei volti, nei gesti degli abitanti di Castellammare di Stabia.
 Emozionante  quella intitolataUomini e ferro: Castellammare, la fabbrica delle navi”. Curata da Antonio Ferrara, Osvaldo Conte e Gino Coppola, racconta attraverso più di novanta immagini dell’Archivio fotografico Parisio e Troncone di Napoli (scattate a Castellammare di Stabia tra il 1928 ed il 1965),  la storia di gran parte dei vari effettuati dal più antico cantiere navale d’Italia (tuttora in attività), intrecciandone il racconto con i volti dei lavoratori che hanno realizzato veri e propri gioielli della marineria nazionale.  E in serata la prima dello spettacolo “La figliata” per la regia di Nello Mascia. Il festival  chiuderà il 28 maggio.

Per saperne di più
tel. 081 19560383
www.cantieriviviani.it
info@cantieriviviani.it