Il giornalismo investigativo ai tempi del Califfo. Dal 9 all’11 settembre, a Casal di Principe l’unione cattolica stampa italia (Ucsi) di Caserta e la societ  Agrorinasce, in collaborazione con l’ordine dei giornalisti, concentrano l’attenzione sul terrorismo islamico in Italia e in Europa per la Summer school gratuita, aperta ai giornalisti italiani e stranieri fino alla disponibilit  dei posti.
Dieci colleghi – giovani giornalisti fino a 38 anni o disoccupati – saranno ospitati (vitto e alloggio) dall’organizzazione a Casapesenna nell’ostello della gioventù, realizzato su un bene confiscato alla camorra (gli ospiti gratuiti saranno scelti su indicazione delle associazioni professionali o previa richiesta e accettazione della Summer School).
Per l’attivit  formativa e l’accoglienza verranno utilizzati beni confiscati alla camorra. Tra questi il centro polifunzionale di incontro, documentazione e ricerca sui temi della legalit  e dello sviluppo in corso Umberto 882, la casa delle associazioni in via De Gasperi 1 (angolo via Giulio Cesare) villa che apparteneva a Maurizio Russo, ora luogo d’incontro per le molte associazioni attive nel Comune di Casal di Principe, la casa don Milani, ex propriet  del clan Caterino, sede di una pizzeria, un ristorante e unlaboratorio di ceramica da cucina dove detenuti per reati non gravi ed ex
detenuti potranno apprendere un mestiere.
Molti i protagonisti degli incontri. Con il presidente Ucsi Campania, Pino Blasi, ci saranno anche il procuratore nazionale antiterrorismo Franco Roberti, Domenico Quirico inviato di guerra del quotidiano La Stampa, e il presidente dell’ordine dei giornalisti della Campania Ottavio Lucarelli.

Per saperne di più
ucsi@ucsi.it
summerschoolucsi@gmail.com
info@agrorinasce.org

03389829091
0818923034

Nella foto, soccorsi dopo la strage di luglio a nizza di matrice terroristica