Il teatro come esperienza formativa e momento di crescita per i diversamente abili. Gioved 9 aprile, alle 17.30, sul palco del Nuovo teatro Sanit  andranno in scena i risultati di un anno di laboratori creativi, con la realizzazione di “Scugnizzi”. L’evento è a cura della Rsa-Handicap di Soccavo, una Residenza sanitaria assistita della Asl Napoli 1 Centro che cerca di offrire agli ospiti residenti un’organizzazione di vita tesa a preservare e massimizzare l’autonomia individuale, il benessere soggettivo, ritardando il degrado psico-fisico e mantenendo vivo il senso del tempo.
A questo scopo vengono proposte una serie di attivit  socio-culturali, educative e di terapia occupazionale, realizzate grazie al servizio degli operatori, alla collaborazione delle famiglie e al sostegno dei volontari che favoriscono l’instaurarsi di uno scambio positivo tra il disabile e il mondo in cui vive.
Tra le attivit  è compreso un laboratorio teatrale che, raccogliendo e rielaborando ricordi di luoghi, personaggi ed eventi appartenenti al patrimonio personale e collettivo, oltre che alla nostra tradizione culturale, stimola la capacit  narrativa e rappresentativa e permette al disabile l’accesso al mondo emozionale, facilitando l’espressione verbale, corporea e le corrette dinamiche di gruppo.
nell’ambito del laboratorio teatrale che nasce la rappresentazione amatoriale di “Scugnizzi” , il primo musical con una grande attenzione al sociale, che vede la partecipazione di alcuni ospiti della struttura e degli operatori della Rsa, tra cui animatori, educatori, fisioterapista, OSS appartenenti alle Cooperative Sociali Gesco e Solco Napoli e dello stesso responsabile della Rsa, Nicola Abbamondi (foto).
Gi  rappresentato in occasione delle festivit  natalizie, grazie all’ospitalit  e collaborazione dell’associazione no profit “Sissy continua a sorridere” e al patrocinio del Comune di Napoli, lo spettacolo viene ripresentato a scopo di beneficenza, per la gente del territorio.

Nuovo Teatro Sanit 
Piazzetta San Vincenzo 1- Napoli
“Scugnizzi”
Regia e scenografia Renata Papa
Coreografie Valeria Antignano