Vendersi e scriverlo in un libro, “Il numero uno. Confessioni di un marchettaro”.  Diventato caso nazionale attraverso Le iene. Francesco Mangiacapra, avvocato napoletano nato negli anni ottanta, lo scrive a quattro mani con il drammaturgo e ragista Maria Gelardi, motore del nuovo teatro Sanità.
Gli autori  lo presentano martedì 21 marzo alle 18, alla libreria Feltrinelli di Napoli in piazza dei Martiri. Con loro ci saranno Pino Strabioli e Claudio Finelli che ne firmano, rispettivamente, prefazione e postfazione. Il testo è  pubblicato da Iacobellieditore nella Collana Parliamone (pag. 224 – 14 euro).
Educazione cattolica, liceo classico e formazione universitaria alla Federico II, Mangiacapra, pur avendo superato l’esame,  non ha mai esercitato la professione, deciso a vendere il corpo piuttosto che svendere il cervello, diventando anche amante di numerosi sacerdoti.
Racconta di come diventa stratega della prostituzione maschile, prodotta dall’ inflazione dei titoli di studio, della disoccupazione e del precariato che ha coinvolto anche tanti brillanti laureati.
Un viaggio nel mondo degli insospettabili (preti, militari, politici, disabili) che fa riflettere sull’amore e sulla dignità. Vita da escort narrata senza falsi pudori.
Tra le pagine prende corpo la vicenda di Don Euro, il sacerdote che si è finto magistrato e ha trascorso intere serate con lui. Tra festini, in alberghi lussuosi di Napoli, a base di piatti raffinati, sesso, alcool.
In foto, Francesco Mangiacapra