“L’educazione interculturale con le filastrocche e la poesia”. E’ l’incontro  che Fabrizio Manuel Sirignano, professore ordinario di Pedagogia generale e sociale all’Università Suor Orsola Benincasa di Napoli,  ha ideato e promosso   domani , mercoledì 22 marzo alle ore 11.30 nella Sala Villani
L’incontro rientra nelle iniziative didattiche
del Centro di Lifelong Learning dell’Ateneo, che promuove da anni numerosi percorsi di alta formazione sulle nuove sfide educative della scuola (dai new media all’inclusione) e ha fondato al Suor Orsola il primo corso di Perfezionamento italiano specificamente dedicato all’Editoria per l’infanzia e il pubblico giovanile, prossimo alla pubblicazione del bando di ammissione alla sua quarta edizione.
La riflessione sull’educazione interculturale, organizzata per la presentazione del volume di Maria Cristina Orga, docente all’I.C.S “Santagata-5° Circolo” di Portici   “Universi di versi diversi” (Vocali Editrice), sarà aperta dal preside della Facoltà di Scienze della Formazione, Enricomaria Corbi e dal direttore del Centro di Lifelong Learning dell’Ateneo, Fabrizio Manuel Sirignano.
Ne discuteranno con l’autrice, Angela Cortese, coordinatrice del gruppo di lavoro “Industria culturale e creativa” della Regione Campania, Elisa Frauenfelder, professore straordinario di Pedagogia generale e sociale al Suor Orsola, Stefania Tondo, coordinatore didattico del Corso di Perfezionamento e Alta Formazione per “Esperti in Editoria per l’infanzia ed il pubblico giovanile” e Silvia Zoppi, coordinatore didattico del Corso di Perfezionamento e Alta Formazione per “Formatore e coordinatore di attività teatrali in ambito scolastico ed extrascolastico”.
“Uni
versi di versi diversi” è pensato come un viaggio che percorre idealmente un intero anno. “Stazione di partenza” è un allegro girotondo che invita ad abbandonarsi al divertimento che parole e storie regalano a chi di loro si fida e a loro si affida. Fermate intermedie sono filastrocche dedicate alle principali difficoltà ortografiche e grammaticali, poesie a tema, ballate, nonsense e vere e proprie storie in versi, ciascuna delle quali offre al pubblico un messaggio etico, ma mai didascalico. Si arriva infine all’ultima tappa, un canto struggente e delicato, metafora del viaggio della vita.
Per saperne di più
Centro di Lifelong Learning
altaformazione@unisob.na.it
In foto, particolare della copertina