Come si vota sotto il Vesuvio? Interrogativo cui dà risposta il volume «Nel segreto dell’urna…», ovvero Il voto politico a Napoli (1946-2018). Gli autori Guido D’Agostino e Vincenzo Mauriello lo presenteranno mercoledì 2 maggio alle 17.30 alla libreria Mooks -Mondadori di piazza Vanvitelli. Con loro, ci saranno l’assessore alla cultura del Comune di Napoli, Nino Daniele, e il professore Luigi Mascilli Migliorini.
Il libro nasce da studi realizzati nel corso degli anni. Vi si privilegia l’istanza, insita nel voto, della rappresentanza della società civile e quella della rappresentazione della scena territoriale in cui il complesso processo ha avuto e ha storicamente luogo.
Il saggio avvia, all’interno dell’Istituto campano per la Storia della resistenza, l’attività dell’Osservatorio elettorale regionale e si inaugura la corrispondente collana dei Quaderni che ne accoglieranno i risultati più rilevanti.
Con l’accesso online al sito dell’Istituto, sarà consentito approfondire la conoscenza di dati e analisi concernenti le elezioni e i vari appuntamenti della Città con le urne, a cominciare dal voto napoletano per la Camera dei deputati, dal 1946 a oggi.
Già docente universitario di Storia moderna e storia del Mezzogiorno all’università Federico II di Napoli, D’Agostino è stato presidente della Sise (Società Italiana di Studi Elettorali, Firenze); attualmente presiede l’Istituto Campano per la Storia della Resistenza ed è componente del CdA dell’Istituto Nazionale “F. Parri”, Milano.
Laureato in Economia e commercio, Mauriello ha diretto la sesta Municipalità cittadina (S. Giovanni-Barra-Ponticelli) nel 2016 ed è tra i fondatori del circolo di cultura cinematografica Arci Movie.
In foto, particolare della copertina