Quando parliamo di immersione subacquea ci viene in mente subito Enzo Maiorca, recordman dell’apnea. Eppure l’apneista siciliano ha sempre avuto paura del mare. Ma il fascino della competizione sott’acqua improvvisamente lo colpisce quando, negli anni cinquanta, un amico medico gli parla, mostrandogli una rivista, di un record di profondit . E’ la scintilla che lo fa immergere nella profondit  degli abissi.
Ma non è solo per strappare primati che ci si tuffa nell’azzurro italiano. C’è chi lo fa per pura passione, esplorando un paradiso a pochi passi da dove abita. E’ il caso di Germano Lanzillo che nel volume protagonista marted 26 maggio, alle 19.30, al Club Tennis Napoli in viale Dohrn (nella villa comunale di Napoli), racconta le sue esperienze in 40 anni di immersioni da punta della Campanella ai Galli, tra la costa e le secche. Descrivendone i fondali , le profondit  e dando precisi e preziosi riferimenti per ritrovare in mare quei posti. Coordinate e allineamenti importanti che per chi vuole raggiungerli.
Accompagnano queste pagine alcune foto che mostrano l’universo nascosto della penisola sorrentina, ricco di vita e di colori. Un luogo abitato da suoni e profumi lontani dalla violenza globale che infiamma il mondo al disopra. Con l’autore stasera ne parler  Eduardo de Bellis.

Nella foto, la locandina dell’evento