Un libro scritto a otto mani per il prossimo appuntamento con la lettura organizzato dall’associazione il Corvo guidata da Maria Guarino. Domani, venerd 16 maggio, alle 17.30, il plesso G. Marconi, primo circolo didattico (viale Capomazza, Pozzuoli), ospita la presentazione del volume “Napoletani- irripetibili, irriducibili e incorruttibili” di Mimmo Carratelli – Antonello Grassi – Nico Pirozzi – Gianpaolo Santoro, pubblicato per Cento Autori Edizioni (pagg. 112, euro 20). Presiede, Angela Palomba. Con gli autori, intervengono, Tiziana Celani, Francesco Fumo e Armida Parisi. Coordina, Maria Guarino.
Irripetibili, irriducibili e incorruttibili. Tre aggettivi che, non a caso, sono stati scelti come sottotitolo a un libro che parla di uomini e di donne, che nel bene o nel male, per carisma, fama o disgrazia sono entrati a far parte dell’anima di Napoli, confondendosi essi stessi la storia della citt , sospesa a mezz’aria tra realt  e leggenda.
Nove uomini e una donna assai diversi tra loro, che nella loro eterogeneit  e, a volte, stridente contrapposizione ben sintetizzano i mille volti di quella napoletanit , a torto o a ragione spesso chiamata in causa da intellettuali, provocatori e predicatori.
I dieci personaggi scelti (Giorgio Ascarelli, Enrico Caruso, Benedetto Croce, Eduardo De Filippo, Enrico De Nicola, Raffaele Cutolo, Corrado Ferlaino, Achille Lauro, Sophia Loren e Totò) sono tutti nati a cavallo tra Ottocento e Novecento. Ognuno di loro rappresenta un particolare e significativo spaccato della storia di Napoli, che gli autori hanno sviluppato, a met  strada tra la biografia e l’aneddotica, lungo un percorso di dieci capitoli.

In foto, la copertina del libro