Con il Live Tones la musica si suona e si produce dal basso.E cos l’associazione che in pochi anni è diventata un punto di riferimento per il jazz partenopeo chiama a raccolta tutta la citt , per una partecipazione attiva. Una raccolta fondi è quanto occorre per contribuire a raggiungere la cifra necessaria all’apertura di uno spazio, un punto di riferimento per la musica di qualit  a Napoli.
Nata nel 2011 dall’esigenza di avere un punto di riferimento per l’aggregazione sociale in funzione della musica e della cultura in genere, nella citt  di Napoli, l’associazione culturale Live Tones Napoli Party, trova la sua location a Posillipo (Via Rocco Galdieri 6) dando spazio ai nomi e i gruppi più noti della musica jazz. E non solo, ma anche all’arte. Tra gli appuntamenti, le mostre dello scultore Giuseppe Pirozzi.

Il Live Tones vanta la direzione artistica di Alberto Bruno, che ha portato nell’associazione la sua ventennale esperienza nel campo e i contatti con musicisti italiani e stranieri, promotori del Jazz in campo mondiale.
Nonostante la chiusura fisica del locale, nel 2013, che ha mal patito il periodo di austerit  finanziaria in cui l’Europa intera versa ancora, l’associazione è rimasta in vita promuovendo una serie di interessanti iniziative sul territorio concerti, master ed eventi per la diffusione della musica. L’interesse è rivolto a ogni genere musicale ma con una particolare predilezione al jazz, vera anima del Live Tones e ai giovani talenti campani, per aiutarli nel loro percorso di inserimento all’interno del circuito nazionale.
«Dopo la chiusura del Live Tones, che con sofferenza e tanti sacrifici abbiamo portato avanti per circa tre anni, non ci siamo persi d’animo e abbiamo proseguito sempre e di più, con le difficolt  incontrate, proponendo in altre location i nostri concerti senza perdere mai di vista il nostro obiettivo avere una nostra location dove condividere la buona musica di ogni genere ma di qualit . Oggi abbiamo trovato uno spazio, ma con dovuta e voluta umilt  siamo coscienti che non è possibile realizzarlo da soli».
Un po’ di storia. Il Live Tones negli ultimi 4 anni ha portato avanti una ricca programmazione di eventi concerti, tra cui “I Colori del Jazz”, ” Non Solo Jazz…”, Summer Live Tones. Ha partecipato alle manifestazioni di Estate a Napoli 2012, 2013 e 2014 nella sede di Castel Nuovo e del Pan , a maggio 2013 con la programmazione musicale del mese inserendosi tra gli eventi comunali . Per gli anni 2012, 2013 e 2015 ha ottenuto il riconoscimento e il relativo patrocinio dalla Commissione Nazionale Unesco per la Giornata Mondiale del Jazz del 30 aprile per la qualit  dei progetti . Negli stessi anni ha partecipato alla Giornata della Musica e alle manifestazioni indette dal Forum delle Culture con 4 concerti internazionali nel mese di settembre 2014 presso la struttura della Mostra d’Oltremare. Tuttora è inserito nella rete territoriale con musicisti e altre sedi di club e associazioni italiane ed è inserito nel circuito dei grandi nomi internazionali, tanto da proseguire la rassegna I Colori del Jazz, alla sua terza edizione nel 2014 all’Auditorium Salvo D’Acquisto di Napoli con il patrocinio sindacale del Comune di Napoli e nel 2015 ha curato la rassegna SummarteInJazz.

Per informazioni e per aderire all’iniziativa
www.produzionidalbasso.com

Nelle foto, in alto, la band "Na bossa" ospite nel maggio scorso del concerto al RockCafè organizzato in collaborazione con il Live Tones. In basso, un bracciale dello scultore Giuseppe Pirozzi e il logo che publicizza il progetto per le produzioni dal basso