Nella Sala Giunta del Palazzo San Giacomo è stata presentata oggi, 30 aprile, la XV edizione di Maggio dei Monumenti. All’evento hanno preso parte, il sindaco Rosa Iervolino Russo, l’assessore al Turismo, Valeria Valente, il presidente della Fondazione Premio Napoli, Silvio Perrella e la dott.ssa Corinti, per Enel, sponsor dell’evento.
Quello di Maggio dei Monumenti è un appuntamento ormai tradizionale ma che si reinventa a ogni dizione. Quest’anno per la prima volta l’evento coinvolge tutto il territorio regionale.
Il tema portante sar  ” Viaggio nella storia- Voyage in the History”. Con una particolare attenzione alle visite guidate che sono una parte importantissima del Maggio dei Monumenti, la parte storica, tradizionale, che non manca d’innovarsi.
Quest’anno, oltre ai tour dei singoli siti, sono stati elaborati cinque itinerari diversi, ciascuno per ogni week-end di maggio. Cinque itinerari che mirano a ricostruire la storia della citt .
Per venire incontro a un pubblico di varia provenienza sono state selezionate guide in grado di parlare anche lingue meno popolari come il cinese o lo srilankese, “dando cos la possibilit  anche agli immigrati di sentirsi parte della comunit  partenopea, come fossero a casa” spiega l’assessore Valente. Altra attenzione particolare si è avuta per i disabili visite guidate accessibili anche a loro, grazie alla collaborazione degli enti preposti e del Suor Orsola Benincasa.
L’evento si avvale della collaborazione di una delle più prestigiose istituzioni culturali della citt , la “Fondazione Premio Napoli”, che porter  l’assoluta novit  di quest’anno. I luoghi di Napoli saranno raccontati da 54 scrittori per i 5 fine settimana di maggio. Ogni autore incontrer  i visitatori all’interno del sito storico scelto come oggetto della narrazione. “Gli scrittori si faranno interpreti della voce perenne dei luoghi”, spiega lo scrittore Maurizio De Giovanni.
Altro connubio innovativo è stato quello con Galassia Gutenberg,che per la prima volta si terr  nel mese di maggio, dal 29 al primo giugno.
Si conferma cos il leit motiv di questa edizione l’amalgama tra patrimonio materiale, fatto di chiese e monumenti, e immateriale, fatto di storie e racconti. Sede della manifestazione è anche quest’anno la Stazione Marittima; in tale occasione ci sar  anche la premiazione del vincitore Premio Napoli, giunto alla sua 55 edizione.
Il calendario degli eventi di questa edizione di “Maggio dei Monumenti” sar  disponibile non solo on-line, sul sito www.comune.napoli.it, ma anche su apposite brochure distribuite in tutti gli alberghi del territorio. Ciò per consentire ai visitatori di conoscere al meglio gli itinerari e i giorni e orari delle aperture straordinarie in modo tale da prevenire possibili inconvenienti.
L’edizione del 2009 sar  introdotta dalla serata-celebrazione “MilleAnniAncora” che sar  un omaggio a Fabrizio De Andrè. L’evento, che nell’arco di quarantotto ore ha registrato il tutto esaurito, sar  ospitato, sabato 2 maggio, dal Teatro San Carlo che a proposito di storia, è il più antico teatro operante in Europa. Sul palco ci saranno alcuni degli artisti che hanno conosciuto la passione e l’allegria del grande poeta e cantautore genovese Mauro Pagani, Nicola Piovani, Raiz, Massimo Bubbola e Alessandro Haber.
La chiusura dell’evento, nel cortile del Maschio Angioino di Napoli, sar  il 1 giugno alle ore 21, con il recital “Senza confini, Ebrei e Zingari”, di Moni Ovadia, attore e folk singer, particolarmente attento al tema del razzismo.

Info www.comune.napoli.it

In alto la locandina dell’evento