Donato Di Donato, avvocato apprezzato con la passione per la scrittura firma “Il mistero del ghiacciaio parlante”( phoebusedizioni, pagg. 141, euro 12,00) una fiaba moderna che, come un gioco di specchi, apre al fantastico e, nel contempo, proietta un orizzonte conoscitivo e riflessivo saldamente ancorato alla realt . Come attori di teatro, i giovani sono chiamati a recitare nella vita la parte che meglio si addice al proprio talento. Un percorso a ostacoli se la societ  del consumo indiscriminato ha smarrito il nesso tra passato e presente, violando i fragili equilibri della natura, in preda a un progresso senza sviluppo.

C’è il rischio di perdersi in un mare magnum di informazioni spesso fuorvianti e contraddittorie. Può succedere se manca la presenza rassicurante di un adulto, capace di convogliare la curiosit , l’energia creativa, l’ardore e l’intraprendenza tratti tipici della verde et – verso obiettivi possibili che scandiscono le tappe di percorso di crescita e di maturazione. Un perfezionamento continuo attraverso la metafora del viaggio come ricerca di un luogo lontano, di un ambiente incontaminato e fascinoso.

In uno stile piano e levigato il Nonno con la coperta scozzese a scacchi rossi – narratore onnisciente e intradiegetico- restituisce le avventure di Alex, Peter, Lisy, Giusy, Sjmon e dal piccolo Giovy, motore dell’azione e deus ex machina per uscire dagli impasse. Ospiti sgraditi della nave mercantile “Mariblù”, diretta al Polo Nord, si integreranno pienamente nella vita di bordo grazie all’avvedutezza del capitano, che assegner  i ruoli sulla base delle inclinazioni e delle potenzialit  individuali. Una catena di accidenti li far  precipitare in un una enorme caverna di ghiaccio, abitata da una forza sinistra che si riveler , invece, amica e consigliera. Alla spaventata brigata si schiudono le porte di un microcosmo ignoto, simbolo di un eden perduto che partorir  uomini nuovi.

Ne parliamo con l’autore.

Di Donato, un racconto per ragazzi
Perch un avvocato decide di scrivere un racconto per ragazzi?
“Per dare la stura alla capacit  immaginativa che non trova spazio nel legalese delle pratiche e dei ricorsi. Le due anime, in realt , convivono in armonia. Ho sempre amato raccontare a mia figlia storie di elfi e principesse. Continuo a divertirmi scrivendo e affidando emozioni e pensieri al lettore.”
Quale personaggio sente di più nelle sue corde?
“Ciascun personaggio ha un carattere che lo rende originale. Giovy, la mascotte del Gruppo, mi affascina perch incarna la fantasia al potere e rappresenta la minoranza che vuole partecipare”.
Non solo il Ghiacciaio è parlante, ma anche l’indice che racchiude in una mirabile sintesi l’intreccio del libro…
“Non è stato semplice strutturarlo c’è dietro un paziente lavoro di ricerca intorno alle parola chiave di ciascun capitolo”.
Correda il libro un ricco apparato di illustrazioni…
“Un prodotto è sempre un lavoro di squadra ringrazio l’editore per l’entusiasmo con cui ha accolto il manoscritto e Francesca Riccio che ha dato un volto ai miei personaggi”.

In foto, l’autore e la copertina del volume