Napoli, la città dove passioni differenti  convivono in una armoniosa disarmonia. Il caffè, dall’odore forte, pungente, energetico va a braccetto  spesso con  abitudini che sembrano non avere identità partenopea, ma in realtà l’hanno perché sotto il Vesuvio c’è sempre stato un gran movimento di gente, nei secoli. Qui sospirava anche Lord Hamilton, ambasciatore britannico, fervido collezionista di antichità pompeiane e, come lui, tante altre persone dall’identità differente hanno vissuto i loro spazi e lasciato tracce d’origine.
Così capita che, in un angolo del Vomero, Antonia Grippa trasformi il suo amore internazionale per una bevanda in un marchio d’impresa intorno al quale costruisce un angolo di cultura. Si chiama il “Piacere di offrire il tè” la sua idea e attira l’occhio curioso e attento di chi passeggia in via Luca Giordano. Che il tè qui può comprarlo, ma anche assaggiarlo, chiacchierando con scrittrici e scrittori.
Se passate domani, 20 aprile, dalle 17 alle 18.30, potrete assaporare il gusto della conversazione letteraria, sorseggiando la vostra miscela preferita in un incontro, coordinato da Antonio Giusso, con Francesca Vitelli, eclettica consulente aziendale, anima dell’associazione EnterprisinGirls, rete di professionisti, imprenditori e associazioni che si espande in tutta Italia  con  l’obiettivo di condividere progetti e promuovere talenti, creando occupazione.
Concreta sognatrice, Francesca memorizza la realtà attraverso la fantasia, rendendola ironica, divertente, godibile attraverso brevi racconti (dallo humour anglopartenopeo) che avrà modo di leggere. Non mancate: potreste riconoscervi in una delle esilaranti figure tratteggiate dalla sua penna effervescente. E, magari, finalmente ridere di voi stessi, senza prendervi troppo sul serio. Come, forse, fate sempre.

Francesca Vitelli, Racconti semiseri di vita vissuta, dalle 17 alle 18.30
Il Piacere di offrire il tè Via L. Giordano 15/A  tel. 081 578 4803