Protagonista indimenticabile di Napoli e della sua cultura teatral/popolare rivivr  anche quest’anno in una gemma del nostro golfo dove vide la prima luce. Venerd 16 e sabato17 settembre ci sar  la terza edizione del “Premio Concetta Barra – Isola di Procida”. L’iniziativa è promossa dal master in Drammaturgia e cinematografia dell’Universit  degli Studi di Napoli Federico II e dall’Associazione “PartenArt”, in sinergia con l’assessorato al turismo della Regione Campania, la soprintendenza belle arti e paesaggio per il Comune e la Provincia di Napoli, il Comune di Procida e il Conservatorio di Musica S. Pietro a Majella di Napoli.
E sar  il rettore della Federico II, Gaetano manfredi, a Consegnare i riconoscimenti. Come scrittore, a Guido Trombetti, matematico illustrissimo, politico che ha assunto complesse cariche di governo, sia dell’Universit , di cui è stato Rettore per due mandati, sia della Regione, di cui è stato vice presidente e assessore alla ricerca. Autore di romanzi sorprendenti per struttura e per linguaggio, come Quando meno te l’aspetti, Trombetti ha raccontato una storia effervescente come un conte philosophique in Magellano e il magizete, mentre in compagnia di Peppe Zollo ha pubblicato una sorta di campionario di giochi matematici quale I segreti di Pitagora. Severamente vietato ai matematici.
Per il giornalismo sar  premiato Antonello Perillo, professionista con un’esperienza trentennale e caporedattore responsabile del Tgr Rai della Campania. Attento ai cambiamenti che le nuove tecnologie hanno apportato alla professione giornalistica ed attratto dalla complementariet  fra i diversi mezzi di informazione, Perillo svolge con seriet  e competenza il suo mestiere ritraendo ogni giorno i diversi volti di Napoli.
Nel teatro, svetta Mariano Rigillo, attuale direttore della scuola di recitazione del Teatro Stabile di Napoli, dopo la scomparsa di Luca De Filippo. Attore, attivo in teatro, cinema e televisione, ha tenuto seminari sull’arte di interpretare un classico sulla scena, nell’ambito del Master in Drammaturgia e Cinematografia della Federico II, e ha collaborato con l’Ateneo federiciano in numerose circostanze. Rigillo, con la sua ricca esperienza, guida i giovani nel viaggio tra i classici, facendo intrecciare il suo racconto autobiografico con la storia del teatro e del cinema, di cui è un vero e proprio protagonista.
Si parte venerd , in Piazza dei Martiri alle 18.30, con la tavola rotonda “Procida e Napoli nel mondo.Letteratura, teatro e cinema". La rassegna si chiuder  a Casale Vascello, dalle 17.30, La chisura e affidato alla genialit  artistica del figlio di Concetta, Peppe Barra.

Per il programma dettagliato
www.drammaturgiacinematografia.unina

Nella foto, Peppe e Concetta Barra