Dopo una pausa di tre anni, torna ” A corto di donne”, la prestigiosa rassegna di cortometraggi al femminile giunta alla VI edizione. Il festival, che ha sede operativa nel cuore di Pozzuoli, dal 18 al 21 aprile si prepara a diventare un crocevia di talenti provenienti da tutto il mondo. Palestra di giovani registe affermatesi anche sul grande schermo (un esempio per tutti Paola Randi con il suo “Into Paradiso”), conta una partecipazione senza precedenti 500 lavori provenienti da 50 diversi Paesi sparsi nei 5 continenti che si contenderanno i 40 posti disponibili per le diverse categorie in gara (fiction, animazione, documentario e videoarte), e lo scettro di regina del festival. La rassegna accanto ai prestigiosi giurati che saranno chiamati a eleggere i vincitori di ciascuna categoria, quest’anno presenta una significativa novit , il premio del pubblico.
Fortemente convinti che sia necessario ripartire dai ragazzi oggi e non domani, come raccontano gli organizzatori, il premio del pubblico sar  assegnato da una giuria di 70 ragazzi delle scuole superiori puteolane coordinati dai rispettivi professori. Ma non solo di cinema vuole parlare “A corto di donne”, ma della possibilit  di esportare nel mondo, grazie a una vetrina ormai internazionale, il talento italiano.
Ecco quindi spuntare Chiara Vigo, madrina della rassegna, tessitrice sarda, custode della lavorazione del bisso marino le cui opere sono esposte nei più prestigiosi musei del mondo. La rassegna, curata dalla’associazione culturale Quicampiflegrei e dal Coordinamento Donne Area Flegrea, si propone inoltre come angolo di riflessione in uno dei momenti più difficili per la questione di genere, donando tutti i corti pervenuti nel corso delle sei edizioni alla biblioteca comunale e al Polo Culturale di Pozzuoli che ha sede nelle sale di Palazzo Toledo (dove si terr  la manifestazione).
Un viaggio non solo nell’animo delle milioni di registe provenienti da tutto il mondo, ma anche nell’evoluzione di un linguaggio quello cinematografico che parte dalle VHS presentate nel 2005 fino ad arrivare ai corti inviati online dell’edizione in corso. Non resta che segnare l’appuntamento (18 21 aprile), e confidare nella direzione artistica di Adele Pandolfi e Giuseppe Borrone che sapr  certamente raccontare al meglio la magia della celluloide. Tutta al femminile.

Per saperne di più
www.acortodidonne.it
(il programma definitivo sar  pubblicato a fine marzo)
indirizzo e-mail info@acortodidonne.it, 3476675785.
Palazzo Toledo, via Pietro Ragnisco 29 Pozzuoli- Napoli

In foto, il logo della rassegna