I taralli di Leopoldo allo stadio San Paolo. Che diventano i taralli dei tifosi napoletani. Da luned 26 gennaio in occasione della partita Napoli-Genova tutti i supporter napoletani potranno comprare e gustare la tipica specialit  ‘nzogna e pepe di Leopoldo Infante in vendita con un packaging bianco e celeste (foto), in onore dei colori della squadra, in vendita anche nei 4 punti vendita Leopoldo Infante.
Insieme al debutto calcistico, il marchio storico della pasticceria e dei prodotti da forno napoletani lancia il nuovo, L di Leopoldo Infante, legato solo ai quattro punti vendita a pois di Via Colonna 4-47, Via Benedetto Croce 30-31 Via Luca Giordano 45 (Angolo Via Scarlatti) e Via Toledo 8 (pressi pizza Dante). Il nuovo marchio si differenzia dagli altri Leopoldo per le scelte innovative e di tendenza riguardo ai servizi di cafebar, alla scelta di locali che offrono un’esperienza più completa e gradevole, ai packaging moderni ed eleganti e alle grandi partnership come appunto quella con il Calcio Napoli.

Risale al 1600, il tarallo napoletano, quando, per ottimizzare l’uso di avanzi di impasto del pane, si mischiavano gli stessi con ‘zogna, ci strutto di maiale, e pepe. Poi vennero arricchiti nell’800 con le mandorle e divennero lo spuntino preferito dei napoletani. La tradizione è stata ripresa nel 1940 da nonno Leopoldo con il figlio Gianni. La ricetta è ancora oggi custodita dal nipote Leopoldo Infante, che continua con forza e determinazione a mantenere e rilanciare la tradizione dei tarallari napoletani.