Continua la navigazione a gonfie vele, il teatro cerca casa. La rassegna ideata dal dramamturgo partenopeo Manlio Santanelli  prosegue il suo tour nei salotti con due spettacoli di prosa. Si parte venerdì 27, da casa Bonadies a Portici, con Colloqui di Domenico Ciruzzi, interpretato da Antonella Stefanucci; il 28 gennaio si prosegue alla volta di Santa Maria Capua Vetere, dove debutta Maria d’Avalos, scritto e diretto da Michele Danubio, che  lo interpreta con Laura Borrelli.
Protagonista di Colloqui è Angelina, moglie ancora giovane  di un detenuto che ogni settimana va a trovare in carcere. Un  monologo sferzante, che mette in scena il dialogo con una quotidianità lontana dal resto  mondo.
Emarginato è non solo chi abita dietro le sbarre, ma anche  tutti coloro che gli ruotano intorno, ovvero i familiari che subiscono l’emarginazione e la sofferenza imposta da una società violenta nelle sue leggi non scritte di esclusione. Antonella Stefanucci regala ad Angelina bagliori di toccante umanità, offrendo emozioni al testo scritto dal marito, Domenico Ciruzzi, penalista che molto ancora lotta per il diritto a esistere di chi vive nel buio umano della prigione.
E si aggancia  alla cronaca storica Maria d’Avalos. Avvincente e fosca vicenda di passione, morte e arte. Il marito di Maria, infatti, ha la creatività nel cuore (musicista e scrittore) che deve fare i conti, però, con la realtà.  Nel 1586, sposa la bellissima cugina Maria D’Avalos: nozze senza amore, solo per cancellare il pericolo che il patrimonio di famiglia ritorni nelle casse papali.
Maria, magnifica e passionale, si innamora perdutamente del duca d’Andria e conte di Ruvo, il seducente Fabrizio Carafa, durante un ballo a corte. Il loro amore non sarà nemmeno tanto segreto. Ed è proprio per questo, per la sfacciatagine  dei due amanti, che Gesualdo li uccide nel pieno del loro eros e ne getta i corpi per strada, esponedoli  alla pubblica vergogna. Una fine  tragica che ha dato vita a una voce popolare : il fantasma di Maria si aggirerebbe inquieto e dolente per le strade di Partenope.
 Angelo o demone? Agli spettatori la risposta: a loro Maria stessa narrerà come si sono svolti i fatti. Allo specchio della storia e su un palcoscenico vulcano…
Per assistere agli spettacoli della rassegna organizzata da Livia Coletta e Ileana Bonadies, è necessario prenotare chiamando ai numeri 334334709 – 085782460, oppure attraverso il sito www.ilteatrocercacasa.it

Chi prenota riceverà l’indirizzo del luogo che ospita lo spettacolo