Naviga  da oggi sul web. Il nuovo videoclip del brano ‘O Mele  firmato Federica Ottobrino e Marilena Vitale, al secolo Fede’n’Marlen. Il brano, che miscela le sonorità del world mediterranean folk, è contenuto in “Mandorle”, uscito a febbraio 2016, su etichetta Europhone Records/Veloce Entertainment, prodotto da Gennaro de Concilio con Cinzia Fonticelli, che hanno sostenuto anche la realizzazione del progetto del video, con la produzione artistica e gli arrangiamenti di Arcangelo Michele Caso. La regia è di Chiara Borzacchiello, che ha curato anche la grafica dell’album.
Protagonista è la capacità di intenerirsi ancora, dando spazio alle piccole cose “quelle fatte con grande amore” di cui parla Madre Teresa di Calcutta: il vento in faccia dal finestrino dell’auto, lo sguardo meravigliato e giocondo puntato sulla luna. Cose grandi e da grandi che accomunano però ai bambini, che nel loro entusiasmo, custodiscono il segreto della gioia di vivere.
“Il miele” è quel posto, quella persona, a volte solo quel pensiero che sa tranquillizzarti, che sa essere la chiave per aprire altre stanze nella casa della tua mente… le stanze più vere e profonde.
Musica e parole  che puntano al superamento del dolore e della solitudine attraverso lo slancio vitale. Così gli ostacoli diventano  un gradino su cui salire per avanzare verso i propri obiettivi esistenziali. Un testo scritto a quattro mani da Federica con Mauro Serino.
E’ la storia di una donna sola che vive per strada, una ragazza che per un lutto ha smesso di cantare e poi ricomincia, una “aneme a cavante” (un’anima inutile) che chiede alla luna qualcuno con cui dimezzare la sua paura. E poi c’ è un barbone, ‘O barone, che a Napoli vaga nel centro storico.
A lui è affidato il cuore del testo: Se ‘o munno gira e và ‘a casa mia ‘cca addà passà (se il mondo gira, casa mia passerà da qui). Un antidoto per reagire a quell’angoscia che ci prende quando il mondo va troppo veloce e un invito ad assaporare le esperienze e la quotidianità con lentezza, riaffermando con coraggio il ritmo della propria vita.
In alto, scatto di Laura Stanco
Per saperne di più
https://it-it.facebook.com/fedenmarlen