Dopo il successo degli scorsi anni, “Imago mundi” giunge alla sua terza edizione e si qualifica come iniziativa sempre più radicata sul territorio cittadino, in grado, con un percorso unico di eventi di spettacolo, teatro, musica, nel mese di settembre, di arricchire e coordinare il programma “laico” di tre importanti “Feste religiose” napoletane fortemente legate alla tradizione ed ai territori in cui si svolgono.

La Festa della Madonna di Piedigrotta, la Festa di San Gennaro in via Duomo, la Festa di Sant’Alfonso Maria de’ Liguori a Marianella,
queste le feste settembrine che si vuole valorizzare proponendole all’attenzione dei cittadini e dei turisti come elementi caratterizzanti dell’identit  culturale partenopea.
Momenti unici di fede e di condivisione collettiva, parte della consolidata memoria storica della citt , che saranno arricchiti da momenti culturali e di spettacolo legati alla tradizione e al sapere dei quartieri di appartenenza.
Spiega l’assessore alla cultura Nino Daniele «Un progetto che nella sua semplicit  è molto efficace, che gi  dal titolo richiama il senso universale della sua “mission”. Ritrovare e offrire in chiave contemporanea una grande ricchezza del nostro patrimonio culturale immateriale, le nostre feste religiose intrise di cultura popolare e identitaria, folklore, ritualit , storia, sintesi dell’universalismo culturale partenopeo. Un programma di eventi che disseminati nei diversi quartieri cittadini, mirano a recuperare l’identit  dei luoghi e ricercarne la ricchezza culturale etno-antropologica stratificata in secoli di storia.
Un momento di alta valenza culturale, un appuntamento atteso in citt , meta privilegiata dei turisti italiani e stranieri che popolano le nostre strade. Grazie al grande potere di attrazione e di suggestione che Napoli possiede e che ha contaminato il mondo».

Elemento di novit  della manifestazione del 2016 è la cura e l’attenzione alla vocazione e tradizione gastronomica del territorio
per cui Imago Mundi è quest’anno inserita nel programma “Arte e cultura per follow up Expo 2015″ promosso dalla Regione Campania”.
«Il progetto “Imago Mundi”- osserva il direttore artistico Giulio Baffi – rivolto a un pubblico legato alle tradizionali feste religiose come momento di condivisione collettiva, arricchisce con proposte di spettacolo le iniziative organizzate dai singoli comitati di quartiere in occasione delle Feste religiose da sempre articolate in iniziative legate alle espressioni di fede e a occasioni di spettacolo. Si rivolge quindi ad un target cittadino e di turisti attratti dall’integrazione religiosit /spettacolo/bene culturale. Il progetto “Imago Mundi 2016” giunto alla sua terza edizione, quest’anno svilupper  alcune linee artistiche portanti per riunire in un unico percorso di proposte culturali e di interesse turistico tre storiche feste religiose napoletane e campane, dando anche attenzione alla vocazione e tradizione gastronomica del territorio. Il progetto intende promuovere le singole iniziative in programma come un percorso che affermi e ribadisca l’idea della continuit  sul territorio napoletano di un progetto artistico, religioso e culturale unico. Percorso non frammentato quindi in singole realt  o diviso in separate iniziative, ma piuttosto integrato ed articolato in più momenti di richiamo culturale e turistico che quest’anno si svolgeranno nel mese di settembre cos da incrementare l’affluenza nei singoli quartieri di napoletani provenienti da altre parti della citt  oltre che da turisti che, grazie ad un programma di informazione, vi potranno partecipare organizzando la loro permanenza nella citt  anche in base ai calendari del programma messo in atto».

Si comincia domenica 11 settembre alle 21 con il concerto degli “Uanema Orchestra”,
nell’isola pedonale di via Galliani. A seguire, ore 2300, spettacolo di fuochi d’artificio sulle terrazze di Castel dell’Ovo.

Per il programma completo
www.comune.napoli.it

Nella foto, i fuochi d’artificio per la Piedigrotta 2015