Magica notte di San Lorenzo a Napoli in Piazza del Plebiscito. Giovedì 10 agosto, alle 22 torna il suggestivo appuntamento con la musica “Mandolini sotto le stelle”. Un concerto con le melodie di decine di mandolinisti, gratuito per cittadini e turisti, a cura dell’Accademia mandolinistica napoletana, con la collaborazione di Mb Concerti e del Gambrinus, accompagnato dall’esplorazione del cielo, nella notte delle stelle cadenti, con l’aiuto dell’Unione Astrofili Napoletani e dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte.
Direttori artistici della serata, Mauro Squillante e Leonardo Massa che  comincia  con l’ ingresso scenografico, dal Palazzo Reale, dei membri dell’orchestra: al suono delle più celebri tarantelle,  prenderanno posto sul palco.
Il primo approccio del pubblico sarà com esecuzione il brano “Fantasia”, un omaggio alla canzone napoletana del compositore e mandolinista viennese Franz Fellner dedicato al Maestro Mauro Squillante che eseguirà da solista accompagnato dalla sua Orchestra. Seguiranni brani strumentali efantasie musicali delle più celebri canzoni classiche napoletane. Fino a giungere al gran finale. Quando le luci delle piazza si spegneranno e sotto ogni colonna della Chiesa di San Francesco da Paola ogni mandolinista offrià il suo struggente assolo.
In piazza con i musicisti per  anche l’Unione Astrofili Napoletani, per l’appuntamento astronomico più popolare del mese di agosto: le Lacrime di San Lorenzo, le Perseidi, lo sciame meteorico che la Terra attraversa durante il periodo estivo e si manifesta con una pioggia meteorica con un il picco di visibilità tra il 10 e il 12 agosto.
  Venerdì, invece, a Ravello sarà di nuovo musica all’alba, come ogni anno. Sul Belvedere di Villa Rufolo, venerdì 11 agosto alle 4.45, lo spettacolo naturale di luci riproporrà  emozioni con la musica, dalle tenebre ai primi bagliori del giorno. Un appuntamento imperdibile che incanta centinaia di persone con la corsa ai 700 biglietti disponibili che ha portato al sold out del concerto.
Per la prima volta sul palco del festival, il maestro Oleg Caetani che dirigerà l’Orchestra Filarmonica Salernitana Giuseppe Verdi. Caetani per Ravello proporrà tre pagine molto note della letteratura sinfonica del XIX secolo dopo l’immancabile omaggio a Richard Wagner, nume tutelare del Festival, con uno dei brani sinfonici più famosi tratti dall’Anello del Nibelungo (per la precisione dal prologo e dal primo atto – scena sesta – del Crepuscolo degli Dei), l’Alba e il viaggio di Sigfrido sul Reno, sarà eseguita l’Ouverture del Guillame Tell, l’ultimo e più grande capolavoro di Rossini.
Aspettando che il sole sorga, chiuderà con la Sinfonia n. 5 in do minore Op.67 di Beethoven. In  attesa di sapere, tra un mese,  quale  sarà la prima risposta alla candidatura di Ravello Costa d’Amalfi a Capitale Italiana della Cultura 2020 presentata ieri. Intanto è  stato svelato  il logo disegnato da Manuel Cargaleiro, artista portoghese molto legato al territorio e sostenitore dell’iniziativa.

ravello logo| ilmobdodisuk.com
Il logo dell’artista portoghese Manuel Cargaleiro

 

 

 

Per saperne di più
www.ravellofestival.com
Boxoffice: tel. 089 858422
boxoffice@ravellofestival.com
In alto, concerto all’alba a Villa Rufolo nello scatto di Pino Izzo