IncAstri. L’Arte incontra l’Astronomia. Da gioved 16 giugno alle 20, 30, un ciclo di incontri, organizzato in collaborazione tra l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte e il Polo museale della Campania, dedicato al dialogo tra arte e astronomia. Nei cinque musei della citt  – Certosa e Museo di San Martino, Museo Duca di Martina, Castel Sant’Elmo, Museo Pignatelli e Palazzo Reale si svolger  il dialogo tra arte e scienza, tra collezioni e storie della citt  sottolineando il fascino che le stelle, gli astri e la scoperta dell’Universo ha destato da sempre negli artisti, negli appassionati e nei collezionisti. Fino al 28 luglio.

Un mondo da esplorare. Dagli astrolabi della sezione navale della Certosa di San Martino, impiegati per calcolare la posizione dei corpi celesti, alle scatole ottiche e ai cannocchiali del Museo Duca di Martina, dal telescopio della collezione della principessa Pignatelli ai celebri orologi ottocenteschi con planetario e figura di Atlante conservati a Palazzo Reale, ci si addentrer  nelle suggestioni del cosmo, nei mille misteri che custodisce e che gli studi in corso contribuiscono a chiarire.

"Stelle di Re dalla collezione Farnese di Carlo di Borbone all’Osservatorio Astronomico di Capodimonte’" cos s’intitola il primo appuntamento che sar  dedicato al racconto di due strumenti astronomici, il globo celeste di Roll Reinhold e l’orologio di Chlasner, della collezione Farnese e oggi esposti all’Osservatorio Astronomico. Interverranno Massimo Della Valle, direttore dell’Osservatorio Astronomico di Capodimonte e Mariella Utili, direttore del Polo museale della Campania. Dopo la conversazione, sar  possibile visitare la mostra Starlight e osservare il cielo con i telescopi dell’Osservatorio, in compagnia dell’unione astrofili napoletani.

Ingresso libero solo su prenotazione eventi@oacn.inaf.it
La partecipazione all’incontro nei musei è gratuita per chi possiede il biglietto che sar  emesso a tariffa ridotta

Nella foto, teiera con astronomi al Museo duca di Martina