Riprendono gli appuntamenti della rassegna partenopea Apeiron … o dell’indefinito, principio di tutte le cose, ideata e coordinata da Bruno Pezzella.
Gioved 15 gennaio, ore 17 alla biblioteca comunale B. Croce, Via De Mura, 2 bis (angolo Via Luca Giordano – edificio scuola Vanvitelli)
Aurelio De Rose presenta il libro “Napoli, la Cappella Sansevero” – la storia le opere gli artisti – Rogiosi editore. Intervengono Eleonora Puntillo, Massimo Siviero, Sergio Zazzera. Coordina, Bruno Pezzella.
Aurelio De Rose è nato a Napoli nel 1939, vive a Roma dal 1997. Studioso della vita artistica napoletana antica e moderna. Ha collaborato e collabora con quotidiani, riviste letterarie e culturali, con interventi di storia del costume e critica d’arte. Tra i suoi libri, Palazzi di Napoli, Newton & Compton, Roma, 2001; è presente in varieantologie poetiche.
Nel volume proposto dagli incontri Apeiron l’autore descrive, attraverso uno studio minuzioso e attento, la storia, le opere, gli artisti e le committenze di quello che è ritenuto dai napoletani e non solo, un vero tesoro d’arte. Non vi è visitatore dei “decumani” della citt  partenopea che non sia attratto dalla straordinaria bellezza di questa “chiesamuseo”, voluta dal principe Raimondo di Sangro perch potesse ospitare non solo i tanti fedeli che vi si recavano, ma che fosse anche il luogo per onorare e ricordare, in alcuni sepolcri, i personaggi del casato oltre che il proprio.

Nella foto, il bellissimo Cristo velato custodito nella Cappella