Nasce fortunato il nuovo giornale di informazione teatrale, “Proscenio”, a cura del teatro pubblico campano, presentato ieri (lunedì, 19 ottobre) alla Feltrinelli di via Santa Caterina a Chiaia. Fortunato perché nasce a gennaio 2015. «Se fosse nato dopo le ultime notizie sui tagli indiscriminati al fondo ordinario per l’editoria – ha dichiarato il direttore Alfredo Balsamo – oggi probabilmente non ci sarebbe». Anche per questo “Proscenio”, si presenta come una sfida, quella di proporsi al pubblico con un giornale cartaceo che parla di teatro, in una fase di massiccia migrazione sul web. Un atto di coraggio di chi crede ancora nel potere persuasivo, concreto e rassicurante della carta.
“Proscenio”, il nome scelto per questo bimestrale di 12 pagine, è un magazine a distribuzione gratuita e un efficace veicolo per approfondire temi e notizie legate all’ampia offerta culturale. «La pubblicazione – ha precisato la condirettrice Anita Curci – non è limitata alle programmazioni curate dal teatro pubblico campano, ma dedicherà ampio spazio anche agli eventi regionali più significativi». Le pagine conterranno interviste, notizie sul teatro scuola, recensioni di libri, approfondimenti e commenti sul teatro. Non mancherà la pagina riservata alle voci esterne.
Ogni numero, nella rubrica dal titolo Taccuino d’Autore, ospiterà una personalità di rilievo invitata a esprimere le proprie riflessioni su argomenti di interesse culturale. Il primo numero, dei mesi di ottobre e novembre, è, in realtà, un numero 0, una sorta di esperimento che mostra un lavoro pieno di passione e umiltà, che vuole crescere e migliorare, oltre che essere un utile strumento per potersi orientare nel panorama teatrale campano e approfondire temi più generali, come la nuova legge di riforma che sta modificando gli assetti delle istituzioni teatrali italiane.
L’ultima pagina del giornale è dedicata ai cartelloni del teatro pubblico campano e dei maggiori teatri partenopei. Il magazine sarà inviato ogni bimestre a tutti i Teatri Nazionali italiani, ai Tric e alle principali realtà teatrali presenti sul territorio. Sarà possibile trovarlo in alcune edicole della città, nei caffè letterari, nelle librerie. “Proscenio” avrà anche un’edizione online, “Proscenio web”, un blog/giornale che si avvarrà di tutti i mezzi di divulgazione attuali, da Twitter a Facebook, per raggiungere il lettore rapidamente e per acquisire, in tempo reale, notizie di eventi giornalieri e approfondimenti sulle proposte teatrali cittadine.
“Proscenio” non è un tentativo di negare l’innovazione tecnologica, ma la voglia di avere ancora un contatto diretto, invece che virtuale, con l’interlocutore, proprio come avviene a teatro. Una nuova linfa che, con la forza della parola scritta, vuole venire incontro alle esigenze di un altro tipo di pubblico e, soprattutto, dare voce al teatro che, nell’epoca dei download, resiste a qualsiasi effetto speciale e, forse proprio per questo, si confronta meglio con la scrittura a stampa.

Nella foto, Anita Curci e Alfredo Balsamo durante la conferenza stampa