«Non perdete questo libro» ha detto Niccolò Ammaniti, premio Strega 2007 «è opera di un pazzo furioso ma vale la pena leggerlo». Il pazzo furioso è Michele Serio che ha avuto la folle idea di farselo pubblicare nel 1994 e di riscriverlo quasi interamente, riproponendolo nel 2012 con la giovane casa editrice Homo Scrivens.
Scenario apocalittico, Napoli degli anni ottanta, ovvero “Pizzeria Inferno” qui i capitoli hanno come titolo gli ingredienti della pizza. E’ un angosciante luogo dove l’humour intona una macabra tarantella con personaggi assurdi. Tra questi, Nicola Botta, alcolizzato gi  all’et  di 15 anni e da adultoaffetto da (matura) cirrosi epatica. Non da meno, l’essere ovoidale che incontra per caso, un aborto che cammina sul tracciato di una scrittura inquietante. Stasera protagonista alla rassegna letteraria curata da Maurizio Ponticello e Simonetta Santamaria al Clubino di via Luca Giordano 79 (al Vomero).
Si preannuncia, ancora prima di cena, una serata piccante che promette bene gi  da uno sguardo alla copertina rossa fiammante con una figura un po’ erotica, un po’ spettrale. Protagonista della storia è Carla, giovane agente pubblicitaria, separata da un marito nullafacente e innamorata di un padre lontano. Una notte, sotto le lenzuola, un’esperienza allucinante le stravolge la vita lo scheletro di un travestito la palpeggia, catapultandola in una dimensione inaudita che spariglia l’ordine di una realt  conosciuta e ne reinventa una agghiacciante ed esilarante allo stesso tempo.
Con l’autore, che viaggia sull’onda dell’ironia anche nel quotidiano, il sociologo Luigi Caramiello affiancato dalla lettura di Annalisa Renzulli. Alla sarcastica danza dell’orrore di Serio si aggiunge, nel finale, l’angolo umoristico di Giuliana Gaudyer che dovr  superare la surreale traversata nel pianeta del grottesco realizzata da Serio.
Opinionista di quotidiani e riviste, autore per radio , teatro e televisione, lo scrittore, oltre ad aver firmato “Pizzeria Inferno”, tradotto in varie lingue e premiato dal successo soprattutto in Francia, ha pubblicato, tra gli altri volumi, Reporter di strada (Ancora del Mediterraneo) e Napoli corpo a corpo Manuale di sopravvivenza metropolitana(Marlin).

Per saperne di più

Il Clubino via Luca Giordano 73 Napoli tel. 081-19534230

In foto, particolare della copertina