La forza della scrittura a servizio dell’integrazione. E’ cos che si presenta il corso di comunicazione creativa organizzato, a Napoli, dal movimento Dehoniano per l’anno appena iniziato. Prima del suo genere in Italia, l’iniziativa vuole discostarsi dai tradizionali corsi indirizzati agli stranieri,spesso finalizzati solamente al raggiungimento una basilare alfabetizzazione , al contrario mira alla condivisione e alla comprensione dei valori ispiratori della nostra societ  e, attraverso l’aiuto della scrittura, all’inserimento dei giovani stranieri nelle dinamiche avanzate della nostra struttura sociale.
Il corso della durata di sessanta ore complessive, si avvale della collaborazione di esperti del settore e si concluder  con la partecipazione a uno stage certificato ,nella sede centrale dell’unione Nazionale scrittori a Roma .
Le lezioni partono luned 30 gennaio alle 15, all’istituto di formazione professionale A.V.S studio in via S.Tommaso D’Aquino 48 . L’iniziativa, fortemente voluta dal movimento Dehoniano Napoletano è stata realizzata dal direttore del centro padre Luigi Ciccolini e da padre Muzio Ventrella e coordinata da Antonio Filippetti. Ha trovato pieno appoggio e interesse in sede istituzionale.
Alla conferenza di presentazione, ha partecipato anche l’assessore regionale al Turismo Caterina Miraglia che ha rimarcato la vicinanza dell’Ente a tali iniziative, purtroppo in tale periodo solo morale, a causa della scarsit  dei fondi a disposizione. Ribadito anche l’impegno del centro nel campo sociale per lo sviluppo di una convivenza e una condivisione culturale che non si fermi soltanto al livello superficiale ma si sostanzi in un integrazione culturale ma allo stesso tempo anche colta.

Questi i docenti Dario Ascoli, Gildo De Stefano, Rosalba Di Placido, Bruno Pezzella, Luciano Scateni.
TutorItalo Pignatelli.

In foto, Antonio Filippetti, durante la conferenza stampa