A cosa siamo abituati ad accostare la parola “Natale”? Indubbiamente all’evento in s, alla magia del momento, alle feste, le vacanze. Ma, pensandoci bene, anche agli addobbi, alle luci sparse lungo tutte le strade del centro storico ad illuminare il cammino di coloro che hanno bisogno di fare gli ultimi acquisti per non lasciare nessuno scontento. E poi? L’albero a casa, maestoso e ricco di sfere colorate, brillanti, che tutti gli anni, dopo le feste, vengono riposte accuratamente nelle proprie scatole come gioielli.

La galleria partenopea “Intragallery” in occasione delle festivit  ha invitato dieci artisti campani ad interrogarsi sul tema laico del Natale la sovracitata palla decorativa. La sua forma, per tradizione segno di festa, ha anche forti valenze simboliche la terra, la perfezione, la protezione, la regolarit  assoluta, l’armonia. Cos gli artisti Michele Attianese, Elisabetta Baldassarre, Ambrogio Bosco, Allessia Cattaneo della Volta, Maria Pia Daidone, Riccardo Dalisi, Antonio Del Prete, Ellen G, Umberto Leonetti, Francesco Sivo hanno diversamente interpretato il tema dando luogo a delle esclusive opere che verranno esposte per la prima volta a “Intragallery”, in via Cavallerizza 57. Le opere hanno tutte un ingombro circa sferico di 50 cm di diametro e sono realizzate con materiali diversi.

Tra gli svariati nomi spicca senza dubbio quello di Francesca Pirozzi, autrice dell’interpretazione del simbolo natalizio mostrata in foto. Ci troviamo di fronte a una interpretazione sicuramente inusuale, basata su rifacimenti di opere preesistenti, studiate e assemblate l’una con l’altra attraverso giochi di pieni e di vuoti, al fine di creare una sfera propriamente “asferica”, con fori occupati da alcune delle maggiori opere d’arte esistenti. Da un lato, difatti, ci troveremo dinanzi a un Vermeer attraverso lo splendido ritratto intitolato “La ragazza con l’orecchino di perla”; dall’altro, invece, in compagnia delle altrettanto significative stampe di Gustav Klimt. Non ci resta, quindi, che andarla a cercare tra le tante palle che popolano il soffitto di galleria “Intragallery” fino al 15 gennaio 2014.

Per saperne di più
info@intragallery.it.