Cinema sull’isola. Si svolger  a Ischia dal 5 all’11 luglio 2009, nello scenario naturale del Castello Aragonese di Ischia Ponte e nel Borgo di Sant’Angelo, la settima edizione dell’Ischia Film Festival, concorso cinematografico internazionale che quest’anno assegna il Ciak corallo alla carriera al regista americano Abel Ferrara.

Ferrara, premiato la serata finale del 11, presenter  in anteprima assoluta alcuni minuti di “Napoli, Napoli Napoli”, docufiction che non è solamente un ritratto della citt , ma uno sguardo profondo all’interno della sua umanit , cos vitale e brutale, al tempo stesso appassionata e crudele. Un legame tra due anime oscure, dove il Bronx napoletano incontra il vero Bronx di New York, in cui il regista è nato e cresciuto. Napoli è “una citt  eccitante, difficile e drammatica come tante altre metropoli nel mondo” ha dichiarato il cineasta cinquantottenne, “e allo stesso tempo una citt  davvero unica, che non somiglia a nessun’altra”

“Anche quest’anno dichiara Michelangelo Messina, direttore artistico del festival – resta intatta la volont  di esplorare ogni scenario territoriale e culturale che abbia inciso in maniera determinante sul racconto cinematografico, cos come approfondire le infinite potenzialit  di un fenomeno quale il “Cineturismo” e i rapporti di sinergia tra tutti i soggetti coinvolti nella pre-produzione, realizzazione e commercializzazione del prodotto audiovisivo”.
Oltre settanta opere (tra lungometraggi, documentari e corti) provenienti da quasi trenta paesi in tutto il mondo, quindici anteprime (di cui una, “Villa Amalia” di Benoit Jacquot, prevista per la serata d’apertura) e un parterre di ospiti nazionali ed internazionali che vanno dal premio Oscar Sir Ken Adam a un maestro del nostro cinema come Mario Monicelli, dall’attrice Donatella Finocchiaro. Tutto racchiuso in unico obiettivo: premiare i migliori prodotti audiovisivi, i registi, i direttori della fotografia e scenografi, che hanno maggiormente valorizzato location italiane ed internazionali sottolineandone i paesaggi e l’identit  culturale.
Un’edizione davvero ricca che, oltre a portare avanti il progetto Filiera CO2 fai la differenza, per la tutela e la gestione di una parte di una superficie forestale italiana, istituisce da quest’anno, assieme a PromuovItalia il primo corso di alta formazione in Cineturismo e Location Management che si svolger  al Castello aragonese d’Ischia fino al 28 luglio.

Il corso riservato rivolto solo a 30 persone si divider  in due parti, una teorico nozionistica e l’altra di Project work, con una programmazione finalizzata a creare un punto di incontro tra il cinema e il turismo. Web marketing, location placement, produzione audio/video, pianificazione aziendale, sono solo alcune delle materie che offriranno ai corsisti la possibilit  di approfondire le proprie conoscenze, con lo scopo di creare nuove forme professionali capaci di utilizzare lo schermo come strumento di promozione del territorio per lo sviluppo del turismo.

“Penso che questo corso rappresenti un’ottima opportunit  per gli studenti”, ha dichiarato Enny Mazzella, presidente dell’associazione Art Movie & Music che realizza l’Ischia Film Festival e quindi consulente tematico del progetto, “che potranno cos promuovere Ischia e le loro regioni di provenienza come location cinematografiche, oppure realizzare percorsi cineturistici utilizzando i film più noti che sono stati girati in quei set naturali”.

Nella foto in alto, Abel Ferrara. In basso, Mario Monicelli