Illustratore francese di libri per adolescenti, Gregoire Solotareff, espone al Grenoble di Napoli (in via Crispi 86, fino al 28 febbraio) alcune sue recenti immagini che parlano di favole non ancora scritte ma per la loro genialit  potrebbero ispirare autori di filastrocche e di racconti per bambini che potrebbero divertire anche gli adulti come quelle di Fedro o di Gianni Rodari.
Gregoire, medico, nato nel 1953 ad Alexandrie da padre dottore libanese, ha studiato in et  giovanile illustrazioni per infanzia con Olga Lecaye, artista russa, a Parigi dove vive attualmente. Autore di 150 libri in cui sono raccolte illustrazioni disegnate con tecnica mista, pennarelli, acquarelli, tempere, inchiostri. I personaggi (foto) sono bambini e animali immaginati con la fantasia adolescenziale ma con la tecnica di un esperto e abile disegnatore pittore. Immagini che certamente possono a loro volta stimolare la creativit  dei piccoli amanti delle arti figurative.
Lo scopo principale è anche di far rispettare e familiarizzare i ragazzi con gli animali. Gli animali vivono separati per razza e sono inclini per la loro natura a combattersi e a divorarsi tra loro. Noi umani tra i mammiferi siamo abituati a convivere con diverse specie prendendoci cura di loro anche perch ci forniscono proteine per la nostra sopravvivenza. Nel suo fantasticare da pittore con gli animali è sicuramente celato il No alla caccia, alla violenza su di essi, alla eliminazione di alcune specie.
Gregoire fantastica come un bambino disegnando il vero però cambiando la realt  per poi divertirsi a guardare. La sua creativit  di pittore ricorda Rodari autore di novelle e filastrocche che giocando con le parole diverte e fa meditare.