Un’unica cordata tra l’arte, la scuola e la citt , in favore di Haiti. il proposito dell’iniziativa dell’accademia di belle arti di Napoli che, venerd 26 e sabato 27 febbraio, espone, nelle vetrine dei negozi circostanti, tra via Broggia e via Bellini, gli elaborati creati appositamente dagli allievi del corso di pittura del laboratorio coordinato dal professore Nin Sgambati, in occasione dell’evento “La luna e le stelle”. I lavori saranno donati al pubblico in cambio di un’offerta in favore dei terremotati di Haiti, il ricavato sar  devoluto ad essi direttamente dagli studenti nell’ambito del progetto “Immagina. A symbol for Haiti”. I negozi che aderiscono all’iniziativa sono: Angela, Atelier sposa “la più bella del reame”, Chianese Gioielli, Enoteca Dante, Francesco Somma, Gino Ramaglia, Ikona, Liberty Caffè letterario.

Cos dichiara Sgambati: “Oltre il momento benefico, l’iniziativa, che vede l’arte dei nostri studenti uscire dalle aule per invadere gli spazi delle vetrine, significa un’apertura al pubblico per una più ampia e più immediata diffusione del lavoro svolto dagli allievi dell’Accademia, rappresenta una sorta di corpo a corpo tra l’arte e una più vasta platea di gente rispetto agli appassionati e agli addetti ai lavori; a mio avviso, per i ragazzi, è un formidabile veicolo di comunicazione oltre che un’occasione di contatto diretto con gli spettatori”.

L’iniziativa è anche un’anticipazione del “Premio delle Arti”, la manifestazione, per la quale il Miur (Ministro dell’Universit  e della Ricerca) ogni anno sceglie un’accademia italiana. Quest’anno la scelta è caduta su quella napoletana, che sar  la sede espositiva delle opere dei migliori studenti delle Accademie d’Italia. Per l’occasione l’accademia padrona di casa, coinvolger  l’intero quartiere.

Sottolinea il direttore dell’accademia, Giovanna Cassese: “L’operazione è un ulteriore momento di apertura dell’Accademia alla citt . Nel ringraziare i commercianti si auspica un sempre maggiore coinvolgimento della societ  a partire dal quartiere, che si connota come insula delle arti anche per la presenza del Conservatorio, di prestigiosi musei, di librerie storiche come Colonnese e Guida e tanti antiquari”.

LA NOTIZIA/DOMENICA A PORTE APERTE

Al via domenica 28 febbraio, dalle ore 10 alle ore 13.30 “La domenica in accademia”, il ciclo di aperture domenicali della Galleria e della Gipsoteca dell’Accademia di belle arti che, ogni ultimo domenica del mese (sino a giugno prossimo, con apertura straordinaria tutte le domeniche in occasione del Maggio dei Monumenti), sar  aperta al pubblico – sempre con ingresso gratuito per valorizzare al meglio il patrimonio della Pinacoteca e della Gipsoteca dell’Istituto.
Un’iniziativa pensata per far conoscere meglio ai napoletani e ai forestieri l’architettura dell’antico convento sede dell’Accademia di Belle Arti di Napoli fondata nel 1752 da Carlo di Borbone e le sue preziose collezioni artistiche.
Per l’occasione, ogni domenica sar  caratterizzata da un denso programma di iniziative tematiche (come laboratori didattici per adulti o bambini, approfondimenti, letture di testi letterari o performance) che vede coinvolti gli stessi studenti dell’Accademia.
Domenica 28 febbraio, ore 11, primo appuntamento con “Oggetti in Luce” di Ivan Piano presso l’Aula didattica della Galleria dell’Accademia di belle arti di Napoli.
Il giovane artista Ivan Piano, docente del corso di Fotografia-Off Camera del biennio Specialistico di fotografia, presenter  al pubblico la tecnica della Fotografia Off-Camera, creando immagini fotografiche senza l’utilizzo dell’ingranditore e del negativo, ma semplicemente attraverso l’impressione.

Il laboratorio sar  preceduto da una visita guidata a cura di Aurora Spinosa della Galleria e, in particolare, alla mostra di Guido Tatafiore aperta al pubblico fino al 28 marzo.

Nelle foto, opere degli allievi coordinati da Nin Sgambati