Le “Fiabe d’Autunno”, anche quest’anno in ogni week, alle 11, end fino al 20 novembre, in scena all’Orto botanico di Napoli, in via Foria, dal prossimo sabato 17 settembre.Siamo al XXI anno della rassegna ideata dall’Associazione I Teatrini e dall’Universit  degli Studi Federico II e in collaborazione col Mibact, Regione Campania, Comune di Napoli. In programma favole, tra le più note selezionate tra i capolavori della letteratura universale per l’infanzia e la gioventù, sono in scena attraverso particolari allestimenti itineranti ed interattivi ideati e costruiti per gli incantevoli spazi dell’Orto napoletano. Affascinanti percorsi nella natura di teatro con storiche fiabe note agli adulti piacevoli perpiccoli e ragazzi.
Si inizia con “Il popolo del bosco”, scritto e diretto da Giovanna Facciolo, con Monica Costigliola, Renata Wrobel, Alessandro Esposito (maschere, figure e costumi di Bruno e Rosellina Leone) in scena sabato 17 e domenica 18. “Come Alice…” dalla fiaba di Lewis Carroll, in scena sabato 24 e domenica 25, repliche l’1 ed il 2 ottobre) con Adele Amato de Serpis, Cristina Messere, Rosa Rongone, Monica Costigliola, maschere, figure e costumi di Rosellina Leone. “Un brutto anatroccolo” sabato 8 e domenica 9 ottobre, e poi “Con le ali di Peter” da James M. Barrie, il 15 e il 16, “Nel regno di Oz” dal romanzo di Lyman Frank Baum, il 22 e 23, “Artù e Merlino”, il 29 e il 30, repliche anche il 5, 6 12 e 13 novembre. Si conclude, il 19 e 20 22 novembre, con le “Storie di Alberi e Bambini” e le tante attivit  spettacoli in programma per “La festa dell’albero”.
«In oltre venti anni di attivit  sottolineano Giovanna Facciolo e Luigi Marsano, rispettivamente direttori artistico ed organizzativo de I Teatrini – abbiamo costruito una programmazione stabile dedicata all’Orto botanico di Napoli, uno dei monumenti più singolari e preziosi che la citt  di Napoli può ascrivere al suo inestimabile patrimonio architettonico e paesaggistico. Ogni spettacolo è nato ed è stato realizzato pensando a questo luogo come ad uno dei principali protagonisti del nostro lavoro, ed ancor più immaginandone un ruolo attivo che potesse porlo in relazione immediata con le decine di migliaia di piccoli spettatori che fin qui hanno preso parte alle nostre attivit . Le fiabe sono cos divenute appuntamento atteso e imprescindibile delle diverse stagioni, autunno e primavera, per migliaia di persone, adulti e bambini, che qui ritrovano, a contatto diretto con la natura, momenti di gioco e di studio entrando in relazione attiva con tanti capolavori della letteratura mondiale per l’infanzia e la gioventù. Pinocchio, Alice, Peter Pan, Artù e Merlino, solo per citarne alcuni, qui hanno un volto e una voce e tante cose da insegnare oltre le pagine dei volumi che ne hanno consegnato le loro gesta alla Storia. Dopo tanti anni, questo nostro lavoro, che si deve alla fattiva collaborazione tra attori e tecnici de I Teatrini con i responsabili dell’Orto Botanico di Napoli e dell’Universit  degli Studi di Napoli “Federico II”, potrebbe definirsi esso stesso una fiaba con un “lieto fine” finora ben documentato nei fatti e negli esiti».
L’Orto botanico è uno dei maggiori in Europa per importanza delle collezioni e per numero di specie coltivate. Fondato con finalit  scientifiche, educative e tecniche nel 1807 da Carolina Bonaparte, sposa di Murat, sono coltivate migliaia di specie erbacee, arbustive e arboree provenienti dalle diverse parti del mondo, anche specie di ambienti subtropicali.

www.iteatrini.it

Biglietto euro 7, unico per adulti e bambini
info e prenotazioni tel. 081.0330619, ore 9,30/17

Nelle foto, una scena di "Con le ali di peter" immortalata d aPino Miraglia. In basso da Sinistra "Come Alice" e "Il popolo del bosco", scatto di Renato Rizzardi