La creativit  napoletana, com’è noto, è vulcanica. E proprio dal simbolo che più di ogni altro caratterizza la terra di Partenope nasce Vesuves, una linea di gioielli che riprende l’artigianalit  della tradizione orafa che da anni alberga nell’antico Borgo degli Orefici di Napoli. Vesuves è il frutto di un’intuizione creativa di Giuseppe Marsella, gioielliere che ha ereditato una tradizione di famiglia e ha saputo coniugare un vissuto personale con il suo amore per il design. Il risultato è la creazione di un anello che prende spunto da una forte identit  culturale, quella partenopea, infusa in un oggetto moda dalla inequivocabile impronta Made in Naples.
«Quella del gioielliere è una tradizione che la mia famiglia si tramanda da generazioni. Sin da quando ero un ragazzino ho avuto la possibilit  di frequentare le botteghe dei Maestri artigiani, osservando direttamente sul campo tutti i passaggi che rendono possibile la creazione del gioiello. Un’esperienza che reputo importantissima per un creativo perch offre gli strumenti per valutare un’idea e la sua reale possibilit  di trasformarsi in un oggetto concreto».
Il Vesuvio ha da sempre avuto una grande influenza sul popolo che nel corso della storia ha vissuto alla sua ombra. La sua natura esplosiva si riversa inevitabilmente in quel magma incandescente di idee che caratterizza l’estro napoletano.
L’anello Vesuves ne cattura l’essenza. Il fluire della lava si posa dolcemente tra le sue forme sinuose, dando vita a un gioiello dal design raffinato e pulito, che parte dalla tradizione per accogliere piacevolmente le tendenze del contemporaneo. L’anello è il simbolo per eccellenza dell’accessorio prezioso, una promessa emozionale che trova in Vesuves l’icona reinterpretata e stilizzata di una nuova concezione del gioiello una piccola scultura da indossare. Vesuves è realizzato in argento con titolo 925 millesimi; alcuni modelli presentano inserti di bronzo o smalto colorato.
«Ho sempre avuto un grande interesse nel confronti del design in genere e con un lascito culturale che la mia famiglia si tramanda da circa un secolo è stata una naturale conseguenza indirizzare la mia attitudine al disegno nell’ambito del fashion jewel. Oggigiorno, una gran parte dei gioielli di largo consumo passano attraverso la lavorazione seriale, dove l’intervento dell’uomo va quasi a scomparire. La bellezza impagabile di un oggetto fatto a mano risiede proprio nelle piccole imperfezioni del manufatto, che attestano l’artigianalit  e l’unicit  della lavorazione eseguita singolarmente per ogni pezzo».
Anche il packaging di Vesuves è interamente realizzato a mano, completando il progetto di un prodotto che esalta i valori del sapere artigiano. Si tratta di un astuccio in ceramica bianca, tornito e dipinto con la tecnica dell’ingobbio, che racchiude in s le stesse forme del Vesuvio gi  interpretate dall’anello, ma con la duplice funzionalit  di astuccio porta gioie e bruciatore d’incensi, riproponendo cos l’emozione di un piccolo Vulcano fumante.

Pe saperne di più

www.vesuvesgioielli.it

Nelle foto di Marco Monteriso, l’ astuccio e l’anello Vesuves nelle versioni Red Passion e Bronze