Malgrado i social network, resiste al tempo. E galoppa verso il suo primo secolo di vita in splendida forma. Per celebrarla, questanapoli, periodico stracittadino della napoletanit  luned 30 marzo, alle 10.30 da Eccellenze Campane (in Via Brin, 49 c/o complesso Brin 69) organizza l’incontro “La radio una voce nel tempo” in collaborazione con l’ Aige (Associazione informazione giovani Europa) e l’Istituto Isabella d’Este.
Un’occasione per presentare anche il nuovo numero della rivista dedicato a quell’ ottobre 1924 quando alle 21 venne trasmesso, dalla stazione di Roma, un concerto di Haydn, per inaugurare la prima stazione radiofonica italiana. Tra le firme che ricordano l’anniversario, Luigi Rispoli, Ruggiero Savarese, Giovanna Scala e Antonio Sticco .
All’iniziativa, promossa dal direttore del periodico, Umberto Franzese e da Laura Bufano, partecipano Annamaria Ackermann, Francesco Bellofatto, Marco Critelli e Federica Flocco. Faranno da pausa agli interventi letture, scenette e musica a cura di Romeo Barbaro, Stella Brignola, Gennaro Cardone, Vincenzo De Simone, Salvatore d’Esposito, Anna Donato e Alessandra Pacifico. Performance della pittrice Nadia Basso. Il progetto grafico è a cura di Gianna Caiazzo. Presenti gli alunni dell’Istituto Isabella d’Este per lasciare futura memoria della radio.

In foto, una nostalgica immagine della radio