NAV 2012, conferenza Internazionale dedicata agli studi e progressi nel campo dell’ingegneria navale. Napoli, 17-19 ottobre – Centro Congressi Federico II.
Appuntamento triennale che la citt  partenopea strappa in extremis a Genova, capoluogo ligure legato alla marineria e al commercio.
Studiosi e ricercatori mondiali, in rappresentanza di enti di ricerca e universit , si riuniranno per per fare il punto della situazione sulle ultime innovazioni e ricerche nell’ingegneria navale. Il focus è”La risposta dell’industria navale e della ricerca di settore alla crisi internazionale”.
La diciassettesima edizione è organizzata dall’Atena (Associazione Nazionale di Tecnica Navale), dall’Universit  Federico II e Parthenope e dal Centro Materiali Compositi.
Bruno della Loggia (Atena Nazionale) informa che vi saranno 90 relazioni tecniche e 22 paesi rappresentati, un diretto contatto con i ricercatori che illustreranno le innovazioni tecnologiche degli ultimi tre anni. Ma lancia un grido d’allarme i nostri laureati trovano lavoro all’estero.
Gli fa eco Raffaele Santamaria (Universit  di Napoli Parthenope) nel sostenere che in Italia la classe politica, sia di centro destra che di centro sinistra, è stata fallimentare su questi temi, non è giammai convinta ad investire nella ricerca. Il nostro è un paese che penalizza questo ambito. Mentre gli Stati Uniti aumentano la ricerca l’Italia la diminuisce, fin quasi ad azzerarla.
Un’altra occasione per Napoli, polo dell’industria cantieristica navale, che compete con altre citt  italiane. La nostra citt  rappresenta l’Italia, assieme a Genova e Messina, dove si sono svolte le precedenti edizioni, nell’armamento marittimo che metter  assieme tutto lo shipping internazionale.
Il professor Ignazio Crivelli Visconti (Universit  degli Studi di Napoli – Federico II) si sofferma sui materiali compositi, ampiamente utilizzati per navi militari, commerciali e sportive. Il Simposio sui materiali compositi analizzer  fattori quali la forza, la rigidit , la resistenza alla fatica, la durata e la resistenza chimica dei materiali contenenti carbonio, vetro ed altre fibre. Dunque il NAV 2012 discuter  delle nuove sfide legate agli attuali scenari politici ed economici internazionali che si prospettano nel campo della ricerca e della innovazione tecnologica.

Nella foto, un’azienza navale