Dal 17 febbraio alla libreria Evaluna partir  il laboratorio “L’evoluzione dell’immagine femminile nella storia del cinema”, un viaggio nella storia del cinema e del costume attraverso il mutare dell’immagine femminile e dell’ideale di bellezza. Sar  articolato in otto incontri, con cadenza quindicinale di due ore ciascuno. La curatrice è Rita Ceraldi, che si occupa da anni di cinema e che intende condurre i partecipanti in un percorso ideale attraverso la carriera artistica di attrici che, per sensualit , sex appeal e fascino, hanno rappresentato per le donne un modello al quale ispirarsi, invece nell’immaginario erotico maschile l’incarnazione dell’eterno femminino.
Il progetto nasce da una oculata riflessione della Ceraldi “sono stati dibattuti e analizzati con dovizia di materiali gli argomenti più svariati, quali il fenomeno del divismo, il lavoro degli studi cinematografici, la comparsa di diverse istanze sociali, la morale sessuale, al contrario il ruolo della donna nel cinema ha avuto un’attenzione abbastanza marginale”. Per colmare questo gap la curatrice intende organizzare il lavoro partendo dai primordi, “dalle lontane immagini di Lillian Gish, di Loise Brooks, di Greta Garbo e di Joan Crawford, di Brigitte Bardot, di Lucia Bosè e di Catherine Deneuve”. Un viaggio che assume la veste di un racconto, infatti prosegue la curatrice- “parlando di loro e facendo costanti riferimenti ad altre figure femminili celebri e pertanto facilmente identificabili, si racconter , attraverso queste donne-simbolo per intere generazioni, la storia del cinema e la storia del modo in cui le donne hanno visto se stesse o sono state indotte a vedere se stesse. Nel corso degli incontri sar  proiettata una breve selezione di pellicole, nonch spezzoni di celebri film. Seguendo un ordine cronologico, come chiarisce la curatrice “si metteranno a confronto attrici diverse e diversi modi di rappresentare la femminilit “. Rita Ceraldi auspica “di dialogare con una platea che si lasci coinvolgere non solo dalle implicazioni sociali inerenti a questo discorso declinato al femminile, ma anche dalle emozioni che il cinema sempre sa suscitare”.

Evaluna libreria delle donne
Da gennaio 2010
Piazza Bellini, 72
Info: 081292372 / www.evaluna.it;
libreriadelledonne@evaluna.it

In foto, Catherine Deneuve