Torna al teatro di San Carlo La bohème di Giacomo Puccini, secondo titolo in cartellone per la stagione operistica 2017/2018 inaugurata lo scorso dicembre con un altro titolo pucciniano, La fanciulla del West.
Mercoledì 10 gennaio alle 18 , nell’ambito del progetto il San Carlo per il sociale è aperta al pubblico la prova generale, dedicata alla Fondazione Pascale per il progetto di ricerca clinica e biomolecolare E.C.Co. -Endometrial Cancer Conservative treatment.
Il dottor Giuseppe Laurelli, ginecologo oncologo dell’Istituto Nazionale Tumori di Napoli, illustrerà i risultati dell’innovativo progetto di ricerca clinica e biomolecolare ‘Endometrial Cancer Conservative Treatment’, che ha lo scopo di curare e preservare la fertilità delle donne colpite da questo particolare tipo di tumore prima dei 40 anni.
Cinque in tutto le repliche di Bohème (foto di Francesco Squeglia), in programma fino a martedì 16 gennaio, che vedranno Orchestra, Coro e Coro di Voci Bianche del Teatro di San Carlo diretti da Stefano Ranzani.
Opera in quattro quadri su libretto di Giuseppe Giacosa e Luigi Illica, Bohème è tratta da Scènes de la vie de bohème di Henri Murger, romanzo che segna la comparsa di elementi naturalistici propri del vivere quotidiano nella letteratura francesce. Il libretto è frutto di una tormentata gestazione lunga più di due anni, che vede divisi Illica, strenuamente legato al romanzo originale, e Puccini, proteso verso un sostanzialmente rinnovato “verismo sentimentale”.
Tradizionale e rispettosa del libretto la messinscena: la regia di Mario Pontiggia, le scene e i costumi di Francesco Zito e le luci di Bruno Ciulli ripropongono con freschezza l’ambientazione originaria della Parigi degli anni’30 e la vivacità del Quartiere Latino. L’allestimento è del Teatro Massimo di Palermo.  A dare volto e voce a Mimì sarà Eleonora Buratto, al suo debutto italiano nel ruolo, che si alternerà con il soprano rumeno Elena Mosuc.
Jean-François Borras e Massimiliano Pisapia interpretano Rodolfo, il ruolo di Marcello è affidato a Mario Cassi e Vincenzo Nizzardo mentre Musetta avrà la voce di Francesca Dotto e Gladys Rossi.  Completano il cast Leon Kim e Alessio Verna (Schaunard), Fabrizio Beggi e Laurence Meikle (Colline), Matteo Ferrara (Benoît / Alcindoro) e Stefano Pisani (Parpignol).
La bohéme andrà in scena anche in versione ridotta all’interno della Stagione educational del Teatro di San Carlo venerdì 12 e martedì 16 gennaio alle ore 11. Sul podio Maurizio Agostini.
Per saperne di più
http://www.teatrosancarlo.it/