Campania danza felix. Dal 12 al 15 marzo 2015, al teatro Nuovo (Via Montecalvario,16 Napoli) si terr  la rassegna di compagnie di danza campane, organizzata dal Circuito campano della danza in collaborazione con il teatro pubblico campano. La manifestazione ospiter  in 4 giorni, 8 perfomances di 30 minuti, 8 i coreografi impegnati e circa 20 i danzatori, tutti per lo più giovani e campani.
Si inizia oggi, 12 marzo 2015, con il performing arts group Compagnia Giovani di Movimento Danza con le coreografie “Chiocciach’io” e più precisamente “Blu”, coreografia di Sonia Di Gennaro e ” vent” ( pecch aggia)”, coreografia di Alessandro Schiattarella (foto in alto).
Si continua Venerd 13 con l’ARB Dance Company in “Mezzo nero, rosso mezzo”, coreografia di Fernando Suels Mendoza (foto in basso) e “A piedi nudi”, coreografia di Giorgia Maddamma.

Sabato 14, è poi la volta di Borderline Danza
in “Il canto di Orfeo armonico”, concept, coreografia e regia di Claudio Malangone, e “The three legged race”, concept, coreografia e regia di Susan Kempster. E infine, il 15 marzo chiude la rassegna l’associazione Akerusia Danza in “wayin/out”, ideazione e regia di Elena D’Aguanno e “Lupi”, regia e coreografia di Emma Cianchi.

Il progetto è finanziato da fondi europei e teso alla valorizzazione dei beni e della tradizione culturale della Campania e dei suoi artisti.

Un momento e uno spazio importante per l’espressione di giovani artisti, per la diffusione e la divulgazione di nuove idee e infine per valorizzare sempre più la danza contemporanea.

Il costo del biglietto è 10 euro intero e 8 il ridotto.

Per saperne di più
0814976267 ( mart. – ven. 1030 1300/1300 2000)
botteghino@teatronuovonapoli.it
www.teatronuovonapoli.it

Ecco il programma
gioved 12 marzo
PerformingArts Group Compagnia Giovani Movimento Danza
CHIOCCIACH’IO
BLU Coreografia di Sonia Di Gennaro
Interpreti Valeria D’Antonio, Maria Paone e Simona Perrella
Musiche di Brian Eno e Aphex Twin
Un titolo simbolico che racchiude la filosofia del Performing Arts Group, una compagnia di giovani che ha segnato negli anni un ricambio generazionale di ballerini e coreografi.
Lo spettacolo è composto da due coreografie.
La prima si intitola “Blu” ed è firmata da Sonia Di Gennaro. Blu, un colore che è simbolo dell’armonia e che ha il potere di riportare equilibrio nella sfera emotiva. Di gennaro inizia gli studi classici ma quasi subito si avvicina alla danza moderna e contemporanea; nel 1987 entra a far parte come danzatrice della Compagnia Movimento Danza. Successivamente diviene assistente della coreografa Gabriella Stazio, partecipando a tutte le creazioni e a tutte le tournes della Compagnia. Oggi insegna tecniche di danza contemporanea curando la formazione, dai corsi inferiori, agli avanzati professionisti, per numerose scuole e centri di danza.

VENT (PECCHE’ AGGIA SFUGA) Coreografia di Alessandro Schiattarella
Interpreti Valeria D’Antonio, Fabio De Rosa, Francesca Pascazio e Simona Perrella
Musiche di Jon Hopkins
La coreografia prende vita da una parola, in particolare da un verbo sfogare. Letteralmente “sfogare” significa “manifestare in forme e con atti esteriori un sentimento, uno stato d’animo o un istinto, fino a quel momento controllati”.
La coreografia di Alessandro Schiattarella si ispira a questo. A un sentimento forte che ognuno di noi almeno una volta nella vita ha provato la ribellione.
Nato a Napoli nel 1982, Schiattarella studia al Teatro Alla Scala; nel 2000 entra a far parte del Rudra Bejart Lausanne. Nel 2002 inizia la sua carriera di danzatore professionista lavorando con numerose compagnie internazionali.

venerd 13 marzo
ARB Dance Company
MEZZO NERO, ROSSO MEZZO – Coreografia di Fernando Suels Mendoza
Collaborazione musicale Andreas Eisenschneider
Assistenza artistica Maria Raucci
Danzatori Luigi D’Aiello, Roberta De Rosa, Martina Fasano, Katia Marocco, Barbara Mormone, Camilla Rega, Elisabetta Violante
Ringraziamenti Dilara Adim per i momenti Bollywoodiani
Direzione artistica Annamaria Di Maio Fernando Suels Mendoza, nato in Venezuela nel 68, è dal 1995 nella compagnia di Pina Bausch, il Tanztheater Wuppertal.

A PIEDI NUDI – Coreografia di Giorgia Maddamma
Assistenza artistica Sara Bizzoca
Assistenza tecnica Maria Raucci
Danzatori Roberta De Rosa, Martina Fasano, Katia Marocco, Barbara Mormone, Camilla Rega, Elisabetta Violante
Produzione ARB DANCE COMPANY E KOREOPROJECT
Direzione artistica Annamaria Di Maio
Ispirato a “S. Chiara d’Assisi. Elogio della disobbedienza” di Dacia Maraini
«Mi interessa il corpo imprigionato, il convento co            6                 è« «    oè  á«sptBLlibrineBlinkBBd dBd d«BpGBB«7Be«BEBBèMODEBHlèNOèBB» OJBe
BtnBBBBRpeBKKKBYBBTBB DBeS pHKBUNIONBLBB time B e
BEBTB pMBSUPERBS swe7BBBBE
B7BlBKBpDnK
BB»EWHEREUSINGB B B»RLIKERESETBeNULLBSHAREBSLAVErBPSIGNMIDptkoi8uBBBBRTRIMeROWS pBtxxïïxxxxxxxxxxxxx xxxxxxxxxxxxxáá    BáØ Bt  B       «t Bt BáØ  « B K  B      B î K« 
   B    BØt K  t 
   B B  èî B è èî B  î î B»   B  è  —t  Bt   B î èî me luogo di obbedienza ma anche di profonda libert ». Parte da qui il viaggio che Dacia Maraini compie dentro la storia di Santa Chiara, compagna di fede di San Francesco d’Assisi e fondatrice delle Monache Clarisse.
Giorgia Maddamma dopo il diploma di insegnante all’Accademia Nazionale di Danza di Roma nel 1989, si diploma alla Folkwang Hochschule diretta da Pina Bausch; approfondisce lo studio della tecnica Humphrey-Limon,come danzatrice, assistente, trainer e docente. Nel 2005 fonda Koreoproject e propone i suoi lavori collaborando con registi, attori, danzatori, cantanti e musicisti. E attualmente è Ballet Master per il Tanztheater Wuppertal- Pina Bausch.

sabato 14 marzo
Bordeline Danza
IL CANTO DI ORFEO ARMONICO – Concept, coreografia e regia Claudio Malangone
Autori/interpreti Luigi Aruta, Alessandro De Santis
Musiche AAVV
Videoinstallazioni Checco Petrone
Nell’atmosfera impalpabile dell’attesa e della dolorosa e masochistica reminescenza del passato i due protagonisti rimangono nello stesso posto, incatenati dalla separazione, dalla distanza, dal perdersi o dal non ritrovarsi.
Uno studio sulla resistenza, sul dolore, sulla mancanza.

THE THREE LEGGED RACE – Concept, coreografia e regia di Susan Kempster
InterpretiAdriana Cristiano, Natalia Cristofaro
Musiche AAVV
La gara delle tre gambe, qui intesa come metafora relazionale, è un gioco che richiede complicit  ed equilibrio tra i due che corrono insieme. Ma come in ogni rapporto se si tira troppo o troppo poco l’equilibrio può diventare instabile. Lo spettacolo è stato riallestito dalla coreografa australiana per Borderlinedanza nel 2012.

domenica 15 marzo
Associazione Akerusia danza
WAY IN/OUT – Ideazione e regia di Elena D’Aguanno – Coreografie di Sabrina D’Aguanno, Sonia Di Gennaro, Roberta D’Amore
Interpreti Sonia Di Gennaro, Federica Curato, Valentina Valentino, Norma Cerrone, Roberta Volpe
Disegno luci e elementi di scena Ciro Di Matteo
Una porta.Un’apertura sul mondo, una connessione tra interno ed esterno, tra privato e pubblico, una prospettiva. Una porta aperta, uno squarcio attraverso il quale si può entrare e uscire, way in/out. Ancora una porta, un’altra. Mistero, ignoto, inquietudine. I turbamenti del ricordo, le sensazioni del sogno. Un’apertura che lascia intravedere il buio, la profondit . La porta non è un ostacolo, ma un’opportunit . Entrata in’ e di’ qualcosa.

LUPI – Regia e coreografia di Emma Cianchi – Assistente alla coreografia Michela Ricciardi
Interpreti Emanuele Esposito Antonio Nicastro
Musiche di Dario Casillo
A distinguere l’uomo dall’animale c’è quello stato d’intensa tensione tra un istinto primordiale e la ragione. La spontaneit  degli animali si presenta forse un obiettivo irraggiungibile per l’uomo. Eppure in un angolo disperso del nostro animo restano vivi istinti forti ed essenziali…