La comunicazione del pensiero attraverso le forme di espressione visiva espone un codice linguistico la cui interpretazione è spesso intuitiva, forse proprio in virtù della sua universalit , a meno che non intervenga un elemento di disturbo. Si inaugura venerd 8 luglio la mostra Codex. La forma del messaggio, evento promosso dalla Pinacoteca d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta” di Gaeta, di organizzazione delle associazioni culturali “Movimento Aperto” di Napoli e “Fuori Centro” di Roma.
La mostra, presentata da Antonio Lieto, direttore della Pinacoteca, e da Marcello Carlino, si propone come un momento espositivo e al contempo di riflessione sulle possibilit  espressive della forma/libro in un’epoca in cui «un diluvio di immagini e di parole testimonia proprio la difficolt  del comunicare».
Il libro d’artista mette in correlazione il pensiero verbale e la sua traduzione in un linguaggio non verbale, ma non è da confondere con un testo illustrato. Il libro d’artista, invece, stravolge le abitudini visive, creando un corto circuito. Amato dalle avanguardie del Novecento, il libro d’artista raccoglie anche oggi i suoi consensi, paradossalmente in un momento in cui il libro, nella sua accezione più comune sta subendo una battuta d’arresto. L’evento, visitabile fino a domenica 4 settembre, si propone di dar conto delle varie tipologie in cui si può riconoscere il libro d’artista, esplorandone il senso.
Cosa possa significare oggi il libro d’artista spiega Marcello Carlino – e perch abbia una ragguardevole rilevanza culturale è suggerito da alcuni valori di cui il libro d’artista si rende piena espressione. La rivendicazione della particolarit  inalienabile, insostituibile del libro come libro, perciò sottratto alla riproducibilit ; la promozione di un’alleanza fra le muse sorelle nello spazio dell’installazione, e nel tempo dell’evento. In queste pertinenze, in queste propensioni del libro d’artista si contengono una indubbia forza di testimonianza civile, un grande respiro prospettico.
Gli artisti che espongonoMinou Amirsoleimani, Maria Cristina Antonini, Michele Attianese, Vittorio Avella, Antonio Baglivo, Franca Bernardi, Francesco Calia, Antonio Carbone, Elettra Cipriani, Pasquale Coppola, Gianni De Tora, Lucia Di Miceli, Gabriella Di Trani, Eduardo Ferrigno, Salvatore Giunta, Antonio Izzo, gruppo Laloba, Silvana Leonardi, F. Lucrezi,C. Isernia, Giuliano Mammoli, Cosetta Mastragostino, Rita Mele, Patrizia Molinari, Luigi Pagano, Antonio Picardi, Teresa Pollidori, Giuseppe Ponzio, Luciano Puzzo, Rosella Restante, Marcello Rossetti, Gianni Rossi, Alba Savoi, Grazia Sernia, Filippo Soddu, Ernesto Terlizzi, Pasquale Truppo, Ilia Tufano, Oriano Zampieri

Pinacoteca d’Arte Contemporanea “Giovanni da Gaeta”- Gaeta (LT)
Orari dal marted alla domenica, dalle 17,30 alle 21,30
Per informazioni Tel./Fax 0771/466346
www.pinacotecagaeta.it

Nelle foto, in alto, il libro di Ilia Tufano; in basso, l’opera di Michele Attianese