Fiabe di Primavera all’Orto Botanico di Napoli. Ancora un weekend tra gli affascinanti percorsi proposti dall’Associazione I Teatrini e dall’Universit  degli Studi Federico II, in collaborazione con Mibact, della Regione Campania e del Comune di Napoli. Sabato 9 e domenica 10 aprile (ore 11, repliche fino a domenica 24) con lo spettacolo Come Alice… messo in scena da Giovanna Facciolo con Adele Amato de Serpis, Cristina Messere, Rosa Rongone, Monica Costigliola, Valentina Carbonara, maschere, figure e costumi di Rosellina Leone e Francesca Caracciolo.
Rilettura itinerante della fiaba di Lewis Carroll “Alice nel paese delle meraviglie”, ideata per gli spazi all’aperto del giardino di via Foria, realizza un percorso surreale in cui i personaggi del famoso libro assumono nel gioco teatrale caratteristiche tali da legarsi, in maniera peculiare e significante, al contesto naturale dove si muovono. Alice, la protagonista, si presenta sin dall’inizio ai giovanissimi spettatori semplicemente come una bambina cresciuta troppo in fretta che ha dimenticato tutto, compreso il suo nome.
«La sua figura – racconta l’autrice e regista – è quella di una ragazzina alla ricerca di se stessa, metafora surreale della crescita e del disagio che il cambiamento fisico le procura. Un’Alice che ha dimenticato tutto quello che sapeva, prima di crescere improvvisamente, e che si mette in moto, con l’aiuto dei bambini, per ritrovarsi. Questa ricerca unisce il personaggio ai piccoli spettatori, creando tra essi sentimenti di solidariet , di protezione e di sostegno nei confronti dell’indifesa protagonista». La storia si conclude con il passaggio di tutti in un magico labirinto, il felceto dell’Orto Botanico dove, secondo la leggenda, è possibile ritrovare i nomi smarriti.
La rassegna (alla sua ventesima edizione) prosegue, da luned 2 maggio, con “Le favole della saggezza” su testi di Esopo, Fedro e La Fontaine con Annarita Ferraro e Melania Balsamo, percussioni di Dario Mennella, maschere e oggetti di scena di Marco Di Napoli. Sintesi delle più famose favole di animali parlanti che dall’antichit  hanno attraversato i secoli e le civilt  come, ad esempio, La volpe e l’uva, Il Lupo e l’Agnello, La Cicala e la Formica. In contemporanea sar  proposta anche la nuova produzione, nella consueta formula itinerante intitolata “Artù e Merlino” che debutta in prima assoluta.

Il biglietto costa 7 euro per adulti e bambini
www.iteatrini.it

Nelle foto, Alice all’Orto