Era la culla della musica, Napoli, nel Settecento. C’erano musicisti come Alessandro Scarlatti, Nicolò Porpora o Leonardo Leo che imponevano il loro stile in tutta Europa. In questo clima di “dominio” artistico giunse nel 1770 tutta la famiglia Mozart, enfant prodige compreso, Wolfgang Amadeus, snobbata dalla corte borbonica. Oggi come ieri, la musica è ancora nell’aria e sulla musica scommettono in molti. Come il Centro di Musica Antica Piet  de’ Turchini di Noli che lancia adesso audizioni per formare l’organico della propria formazione strumentale (l’ensemble giovanile Talenti vulcanici) per la programmazione dei prossimi tre anni di attivit  (seconda met  2016-2018).

Ecco gli strumenti che le riguardano
violino; viola; violoncello; liuto e tiorba; contrabbasso; clavicembalo e organo; oboe; fagotto. Le audizioni si svolgeranno il 22 e il 23 maggio a Napoli, il 28 maggio a Torino. Ancora da definire luoghi e orari.

Possono parteciparvi i giovani che sono nati dal 1983 in poi.
Occorre compilare e inviare il modulo di adesione allegato con un breve curriculum vitae e il programma che si intende eseguire alla emailcoordinamento@turchini.it o tramite fax a 081402395 entro il 15 aprile 2016.

Il Centro di Musica Antica Piet  de’ Turchini si costituisce come associazione senza scopo di lucro nel 1997
per dare forma coerente al progetto di valorizzazione artistica e di ricerca interdisciplinare, dedicato al patrimonio musicale e teatrale napoletano dei secoli XVI-XVIII e ai suoi riflessi nella contemporanea produzione musicale europea.

Dal 2010 l’Associazione si trasforma in Fondazione di diritto privato
(con sede Via Santa Caterina da Siena, 38), proponendosi sempre più come polo di aggregazione, di produttivo scambio tra musicisti, ensemble, studiosi, ricercatori a difesa di un’immagine positiva e colta della citt  di Napoli nel mondo intero, presieduta da Marco Rossi da e Mariafederica Castaldo

Per scaricare modulo e bando
turchini.it

Nella foto, precedenti audizioni