C’è anche il napoletano Ivan Piano, tra gli artisti della collettiva Symbiose che si inaugura domani (giovedì 7 settembre) alla galleria Nardone di  Bruxelles (27-29 rue Saint Georges). Vernissage dalle 18 alle 21.
Fino al 14 ottobre sarà possibile ammirare le sue opere insieme a quelle di  altri 5 fotografi, Roger Ballen, Roberto Kusterle, Michel Vanden Eeckhoudt, Phil Van Duynen, Joel-Peter Witkin e uno scultore, Mario Ferretti. Finissage il 15, sempre dalle  18 alle 21. Tema che  li accomuna, la simbiosi, associazione intima e duratura tra due organismi etero specifici (appartenenti a diverse specie).
Partenopeo, nato nel 1975, Piano  non ha mai lasciato la sua città. E’ rappresentato dalla galleria Sabrina Raffaghello con sede a Amsterdam e Milano e dal 2008 insegna Fotografia Off Camera all’Accademia di Belle Arti di Napoli.  Ha un’esperienza internazionale  tra esposizioni in musei, gallerie e fiere. Il suo centro di “gravità permanente” è la fotografia che affianca alla video arte e la sua anima creativa è affascinato dal bianco e nero dell’analogico. Che svela le sue visioni poetiche e enigmatiche.

Qui sopra, una scultura di mario Ferretti. In alto, un lavoro fotografico di Ivan Piano (particolare)
Qui sopra, una scultura di Mario Ferretti. In alto, un lavoro fotografico di Ivan Piano (particolare)

Con lui, oltre ai lavori dello scultore toscano, ci sono lo statunitense Ballen, classe 1950,  che  vive da anni a Johannesburg, elaborando un’estetica “oscura” immersa nelle baraccopoli e sviluppando, nel corso del tempo,  un approccio scultoreo  con la fotografia.  Roberto Kusterle di Gorizia,  generazione 1948, che parte dalla pittura e approda alla fotografia, divenuta strumento centrale della propria ricerca. E ancora, due belgi Michel Vanden Eeckhoudt  morto (sessantasettenne) due anni fa, specializzato negli scatti che  mettono a fuoco il rapporto uomo/animale e Phil Van Duynen  che, nel suo percorso artistico, ha navigato tra  pittura, pubblicità  e immagini.
Dal 2008 Antonio Nardone, con la  sua galleria, ha sviluppato contatti con musei e istituzioni pubbliche per promuovere importanti protagonisti del contemporaneo,  spaziando dalla scultura ai nuovi media.  L’evento che propone in questa settimana è stato realizzato anche con la gallerie Box (Bruxelles) e Baudoin Lebon (Parigi) oltre che  con  quella milanese di Sabrina Raffaghello.

Per saperne di più
www.galerienardone.be
giovedì/venerdì 14:00/18:00
sabato 15:00/19:00 o su appuntamento