“Tempo imperfetto” è il titolo della rassegna d’arte contemporanea a cura di Antonello Tolve e Stefania Zuliani, e che non per una casualit  è sottotitolata “Sguardi presenti sul Museo archeologico provinciale di Salerno”. all’interno di un Museo, infatti, alla passione verso gli archivi e nei confronti della instancabile ricerca, si instaura un processo parallelo di coscienza dell’impossibilit  di conferire una fine alla temporalit  dell’opera, al suo continuo evolversi in maniera inevitabile. È questo il complesso scenario sul quale la Fondazione Filiberto Menna Centro Studi d’Arte Contemporanea, con a capo la responsabile Silvia Vicinanza, intende riflettere attraverso un articolato progetto critico ed espositivo che pone l’accento non tanto sull’opera conclusa quanto sul processo, sul tempo che ogni operazione artistica mette in questione e interroga in un luogo specifico e denso di significati quale il Museo.
Mercoled 15 ottobre 2014, a partire dalle 18, si terr  la presentazione presso le sale del Museo Archeologico Provinciale di Salerno della personale del salernitano Ivano Troisi intitolata “Leggerezza della terra”, durante la quale lo stesso artista sar  coinvolto in una conversazione critica dedicata alla sua ricerca e alle ragioni che hanno guidato la realizzazione dell’intero progetto.

Ad aprire la mostra è una grande installazione di carta cotone (“Leggerezza della terra”, in foto) sospesa tra il primo ed il secondo piano del museo su cui è riprodotto, in filigrana, un simbolo alchemico che rappresenta, in base alla posizione dello spettatore, l’aria o la terra. Ma la particolarit  di Ivano Troisi sta in un’opera caratterizzata da un processo di profonda rivisitazione della carta realizzata a mano e mescolata a pigmenti di estrazione organica vegetale e minerale. L’artista infatti pone l’attenzione prima di tutto sulla terra ed in particolar modo su uno dei primi esami d’indagine archeologica dedicato allo studio stratigrafico. Sicuramente, una mostra da vedere.

Ivano Troisi è una giovane promessa salernitana, classe 1984, trapiantata a Roma, dove si diploma all’Accademia di Belle Arti. All’interno della sua attivit  artistica, si avvale di numerose esposizione collettive e personali, tra cui naturalmente “Leggerezza della terra, Tempo Imperfetto. Sguardi presenti sul Museo archeologico provinciale di Salerno” e “Vertigine [di]segno, LU MI project” al Palazzo Montoro di Roma, nel 2012, a cura di Gino Pisapia.

L’evento l’esposizione “Leggerezza della terra” a cura dell’artista Ivano Troisi sar  inaugurata mercoled 15 ottobre 2014 a partire dalle18, aperta al pubblico fino al 15 novembre negli spazi del Museo archeologico provinciale di Salerno in via San Benedetto, 28. Aperta tutti i giorni dalle 9 alle 19, luned escluso.

In foto l’opera foto-progetto di Ivano Troisi intitolata “Leggerezza della terra” (2014).