Memorie e presenze del contemporaneo. Nella mostra che verr  inaugurata sabato 31 gennai0, alle18, dal titolo “Artlante vesuviano”, nei locali dell’azienda Tekla s.r.L. in Sarno (che produce porte e finestre). L’evento, curato da Raffaella Barbato e Luisa D’Auria, con il coordinamento organizzativo di Valeria Prete, nasce da un progetto di Franco Cipriano e Francesco Prete e rappresenta qualcosa di eccezionale per il modo in cui è stato concepito e realizzato. Verranno presentati, infatti, lavori di cinquantadue artisti campani, che operano nell’area da Napoli e Salerno. Pur nelle inevitabile differenze tra gli artisti presenti, la mostra sembra assumere un significato unitario nel momento in cui tende ad evidenziare il rapporto che sussiste tra arte e territorio.
Percorsi espressivi e poetici, in profonda risonanza con la memoria dei luoghi, vengono presentati seguendo un filo conduttore irrimediabilmente legato ai contesti territoriali collettivi. La mostra è promossa da Tekla s.r.l., azienda che dal 1999 incoraggia iniziative per la diffusione dell’arte contemporanea sul territorio. Nel progetto e nella realizzazione della mostra, gli spazi della fabbrica diventano laboratorio di vitalit  artistica e culturale, con eventi che propongono, nelle diramazioni della ricerca espressiva, una polifonia di voci e di linguaggi dell’arte e d’incontri di riflessione su aspetti storico-critici della pratica artistica contemporanea internazionale e sul territorio.
La particolarit  della manifestazione è nella location scelta. Una fabbrica, un’azienda, da sempre impegnata nella promozione della cultura locale, quasi a rappresentare un mulino di idee nel suo fulgido splendore. Il progetto è patrocinato dal Rotary Club, Comune di Sarno, Provincia di Salerno, Accademia delle Belle Arti di Napoli, Confindustria, Ordine degli Architetti della Provincia di Salerno; tutte istituzioni legate in qualche modo all’universo dell’arte nei suoi diversi aspetti.
L’esposizione succede alle numerose inaugurate dall’inizio dell’anno nell’area partenopea, che dimostra, nonostante tutto, un’eccellente vitalit  nel campo delle arti figurative. Sembra quasi che la capitale della cultura campana si sia trasferita, per alcuni giorni, nello splendido paesino sulle rive dell’omonimo fiume.

Artisti in esposizione
Giovanni Alfano, Michele Attianese, Mathelda Balatresi, Francesca Capasso, Gabriele Castaldo, Fiormario Cilvini, Mary Cinque, Franco Cipriano, Ugo Cordasco, Antonio Davide, Gerardo Di Fiore, Adelaide Di Nunzio, Gaetano Di Riso, Nunzio Figliolini, Vincenzo Frattini, Rosaria Iazzetta, LALOBA (Anna Crescenzi & Renata Petti), Paolo La Motta, Mario Lanzione, Barbara La Ragione, Nino Longobardi, Guglielmo Longobardo, Lello Lopez, Salvatore Manzi, Rosaria Matarese, Luigi Pagano, Rosa Panaro, Alessandro Papari, Peppe Pappa, Massimo Pastore, Pier Paolo Patti, Mario Persico, Eliana Petrizzi, Ivan Piano, Giuseppe Pirozzi, Felix Policastro, Anna Maria Pugliese, Carmine Rezzuti, Clara Rezzuti, Angelo Ricciardi, Rinedda, Angelomichele Risi, Vincenzo Rusciano, Quintino Scolavino, Antonio Serrapica, Tony Stefanucci, Ernesto Terlizzi, Pasquale Truppo,Carla Viparelli, Salvatore Vitagliano, Ciro Vitale, Marco Zezza

Come arrivarci

Uscita autostrada Sarno A30, svoltare a sinistra, percorrere 150 metri, all’altezza dell’ospedale girare a sinistra

Dal 31/01/2015 al 28/02/2015, visitabile su appuntamento

info@teklaweb.it
www.teklaweb.eu/

tel 0818631935
n verde 800219300

Nelle foto, opere di Lopez (in alto) e Vitale