Dodici sculture. Rappresentano qualcosa che è stato e si rinnova nel presente. Macchina del tempo, quella presentata dall’artista napoletano Antonio Mele nella mostra viennese che si inaugura gioved 21 aprile, aprile alla Kro art gallery di Vienna. Opere realizzate riciclando vecchi pneumatici armonizzati con orologi e resine.
Un’idea che nasce per caso guidando e osservando relitti di gomme abbandonate in strada. Un po’ ossessionato da quella immagine ripetitiva, scende un giorno dall’auto e, raccogliendone uno, si accorge che ha assunto una forma particolare. Decide, quindi, di portarlo nel suo laboratorio e di lavorarci sopra. A quel “reperto”, il caso gliene fa aggiungere un altro, a ispirarlo è di nuovo l’asfalto che lo ospita quella gomma è diventata un oggetto dalle bizzarre sembianze, dopo essere stato schiacciata dai veicoli di passaggio. Cos piano piano nella sua mente prende corpo l’idea di una installazione dove si infiltra il concetto del tempo che scorre in una sinergia sincronizzata.

Accompagna la mostra, il catalogo in italiano e tedesco, pubblicato con la sigla editoriale ilmondodisuklibri, che propone, tra gli altri, il testo di Francesca Panico.
«Cifra caratteristica dell’arte di Antonio Mele- spiega la giornalista e critica d’arte- è la sua capacit  di analizzare la realt  e restituirla con nuove prospettive, generando messaggi che pur nella molteplicit  di tecniche e linguaggi da lui adoperati, non si perde mai dietro intricati sofismi, riuscendo sempre a centrare il punto con grande, difficile semplicit . Ed è una visione positiva, un invito alla partecipazione attiva al cambiamento, prendendo proprio questo come stimolo per una nuova straordinaria possibilit ».
Docente in discipline pittoriche, classe 1970, Mele, dopo una variegata esperienza formativa e lavorativa, nel 1998 scopre la vocazione artistica che lo spinge a impegnarsi nel campo della scultura, della pittura, dell’incisione, e dell’animazione approdando all’Accademia di Belle Arti di Napoli dove completa il suo percorso creativo in pittura e arti visive. L’esposizione che propone nella capitale austriaca è promossa dall’Ambasciata d’Italia a Vienna, con il contributo dell’Istituto italiano di cultura viennese.

Antonio Mele
Timemachine

Galleria Kro Art Gallery
Vernissage giovedi 21 aprile ore 18
Fino al 12 maggio 2016
Kro Art Gallery
Getreidemarkt 15, 1060 Vienna br>

orari martedi al venerdi dalle 14 alle 19;
sabato dalle 12 alle 17

Nelle foto le sculture di Mele e la locandina dell’evento